fbpx
HomeESCLUSIVO! Rizzoli paralizzato ma la politica se ne fotte e si riunisce...

ESCLUSIVO! Rizzoli paralizzato ma la politica se ne fotte e si riunisce al congresso medico!

Mentre la politica si pavoneggia nell’ambito del celebratissimo congresso medico organizzato a Lacco Ameno, l’Ospedale Rizzoli a poche centinaia di metri vive uno dei periodi più neri della sua attività. Da giorni, infatti, gli ascensori, le linee telefoniche e sopratutto la TAC sono fuori uso.

Linee off line, macchinari rotti per scarsa manutenzione e la politica si trastulla in sterili incontri formali. I medici sono costretti a portare i pazienti a spalla e le diagnosi devono essere rinviate perché la TAC è rotta senza che nessuno, direzione compresa, si faccia carico di risolvere questi problemi.

PROBLEMI maiuscoli al sistema informatico che non consente l’uso dei telefoni, ai macchinari medici che bloccano l’attività ospedaliera con pesanti ripercussioni per i pazienti. Il blocco dura da oltre una settimana. Negli ambienti ospedalieri si parla addirittura di dieci giorni. Ed oggi, con il congresso in corso, è montata la rabbia e la frustrazione di chi è costretto a lavorare in condizioni assurde.

Non è stato possibile effettuare alcun collegamento col computer e neppure telefonare dall’apparecchio fisso. Non si possono trasportare le barelle da un piano all’altro, non si può approfondire lo stato dei degenti. Un blackout totale che ha avuto effetti negativi soprattutto nei servizi primari rendendo addirittura impossibile fare i referti, ormai tutti computerizzati, effettuare pagamenti col bancomat per le prestazioni mediche effettuate e tante altre prestazioni hanno dovuto essere sospese.

La responsabilità dell’accaduto come sempre non è attribuibile, ma la strafottenza e la mancanza di interventi ha responsabilità chiare e sono tutte riunite oggi nella sala conferenze lacchese.



Gli altri articoli
Related News
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui