Enzo vara il progetto per il costone della Torre di Michelangelo

0

La legge di bilancio 2020 prevede l’erogazione di contributi assegnati dal Ministero dell’Interno ai Comuni per la realizzazione di interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di edifici pubblici e strade. Ed Enzo Ferrandino non si è lasciato scappare questa ennesima occasione varando un progetto di messa in sicurezza del costone sottostante la Torre di Michelangelo.

Nella delibera di Giunta che approva il progetto di fattibilità tecnica economica redatto dall’Utc si evidenzia in premessa che «è priorità dell’Amministrazione mitigare il rischio idrogeologico nelle aree del territorio comunale soggette ad eventi franosi, fenomeni di allagamenti e smottamenti del terreno; che è necessario assicurare le condizioni di sicurezza all’area e mitigare potenziali rischi di dissesto idrogeologico». E quindi, entrando nello specifico: «Che le opere previste dal presente progetto di fattibilità tecnica ed economica riguardano il consolidamento dei costoni mediante interventi di ingegneria naturalistica e ripristino della discesa a mare, realizzazione di una scogliera in massi di pietra a protezione della stradina e la regimentazione idraulica delle acque piovane provenienti dalla stradina comunale di collegamento tra la Torre di Michelangelo e la Chiesetta di Sant’Anna».

La delibera immediatamente eseguibile è stata approvata in tutta fretta, vista l’urgenza di candidare nei termini il progetto per l’ammissione al finanziamento.
Il progetto denominato “Mitigazione del rischio idrogeologico, messa in sicurezza e consolidamento del costone sottostante la Torre di Michelangelo e il ripristino della stradina di collegamento dalla Torre alla Chiesetta di Sant’Anna” prevede un costo totale di 1.433.022 euro, di cui 822.536 per i lavori.

Oltre ad approvare il progetto, la Giunta ha nominato rup l’arch. Consiglia Baldino, che avrà il compito di curarne la candidatura. L’intervento, ovviamente, dovrà essere inserito nel programma delle opere pubbliche 2020/2022 una volta acquisito il finanziamento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui