fbpx

Enzo Ferrandino: “Nessuna liturgia politica per la nuova giunta. Serve passo sospinto”

Must Read

Il sindaco è stato proclamato, ora mancano i consiglieri. Metà dell’opera è stata fatta. Ora attendiamo che la commissione elettorale completi la verifica dello scrutinio ischitano e proclami i 16 consiglieri comunali. Evento che, secondo i bene informati, non avverrà prima del 30 giugno. Solo allora, poi, potranno scattare i 10 giorni necessari per la convocazione del primo consiglio comunale.

Convocazione, che vuol dire che poi ci saranno ancora ulteriori 10 giorni per andare in aula. Ieri pomeriggio, con l’aria di festa e con la cricca rinnovata, Enzo Ferrandino ha ricevuto la “nuova” fascia tricolore dalla presidente della commissione, la dottoressa Giovanna Ceppaluni. Dopo la consegna, il sindaco è stato molto sintetico: «Sono contento ed emozionato.

Gli ischitani ci hanno tributato un grande consenso che ci riempie di responsabilità verso la nostra comunità. Da subito sarò a lavoro per raggiungere gli ambiziosi obiettivi che abbiamo fissato nel programma elettorale. Voglio ringraziarvi tutti i presenti e dire grazie a tutti coloro che ci hanno dato fiducia. Sono stati tantissimi. Nei prossimi cinque anni il mio impegno per Ischia dovrà essere ancora maggiore e responsabile. Siamo pronti a metterci nuovamente al lavoro». Successivamente, parlando con stampa, Enzo Ferrandino ha parlato di territorio e di politica. «Le sfide che ci attendono sono sfide ambiziose. E’ vero – risponde il sindaco rieletto – , tanto è stato realizzato nel corso dei cinque anni che abbiamo alle nostre spalle, ma guardando al futuro, vogliamo fare di più. Questo era lo slogan della nostra campagna elettorale e, d’altronde, abbiamo una serie di iniziative in cantiere o già avviate che ci consentiranno, sicuramente, di migliorare la comunità in cui tutti quanti noi viviamo e che, sono certo, alla fine di questi cinque anni riusciremo ad avere un territorio più bello, più godibile e più a dimensione di cittadino.

Chiaramente ci aspetta un lavoro impegnativo, durativo e costante. Come ho detto nel mio breve intervento di saluto, l’ampio consenso che i cittadini ci hanno riconosciuto è un carico di responsabilità per tutti noi. Con consapevolezza accettiamo questa sfida e sono sicuro che avremo cinque anni forieri di grandi soddisfazioni».
Il consiglio comunale. «Dalle urne – continua ancora Ferrandino – è venuto fuori un gran bel consiglio comunale dove vi è la riconferma della stragrande maggioranza dell’amministrazione uscente a riprova del buon lavoro che è stato fatto. Sono soddisfatto, tra l’altro, che il nostro impegno si stato compreso e promosso da parte dei nostri concittadini. Tra qualche giorno – chiosa ancora il primo cittadino – avremo la proclamazione degli eletti, tra cui ci sono sia degli innesti nuovi, molto interessanti, vari giovani e amici che non avevano mai partecipato precedentemente alla vita politica e all’amministrazione del comune e che adesso potranno cimentarsi con passione, con idee e con entusiasmo che è fondamentale per affrontare le sfide del governo di un ente locale come il Comune di Ischia e riuscire, poi, a vincere e ci sono anche molti amici dell’amministrazione con qualche consiliatura in più di esperienza che sapranno dare il loro apporto di saggezze ed equilibrio».

La giunta. «Per la nuova giunta – chiosa in conclusione Enzo Ferrandino – ci vorrà il tempo giusto che non dovrà essere troppo lungo proprio perché dobbiamo garantire la continuità dell’amministrazione. Le elezioni sono capitate nel ben mezzo della stagione turistica e quindi, assolutamente, non possiamo attardarci nelle solide liturgie che la politica, purtroppo, per il passato, ci ha mostrato. In questo dobbiamo avere un passo sospinto e sono certo che ci riusciremo».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile
In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile