martedì, Aprile 13, 2021

Enzo Ferrandino “contro” la zona rossa: “capire la fattibilità di una valutazione specifica per il nostro territorio”

In primo piano

“Pur dovendo assolutamente tenere alta la guardia nella battaglia al covid 19, – scrive il sindaco di Ischia – non possiamo non ritenere eccessiva la zona rossa per quella che é la situazione epidemiologica ischitana. Visti i numeri attuali, le restrizioni devono esserci ma é necessario che siano coerenti rispetto al quadro che, ad oggi, non appare critico.

É giusto – sottolinea il primo cittadino di Ischia – allo stesso modo, se malauguratamente ci dovesse essere un peggioramento della situazione epidemiologica, adottare misure più restrittive. Scriverò una nota ufficiale all’Unitá di Crisi e al Presidente De Luca per capire la fattibilità di una valutazione specifica per il nostro territorio. Raccomando comunque ai cittadini ischitani di continuare ad avere comportamenti responsabili e rispettosi delle norme in vigore!”

Non è mai tardi per prendere atto che le decisioni assunte con il metro “regionale” non sono adatte. La speranza è che questa attenzione, sia sollevata con attenzione e con forza a tutte le attività.

- Advertisement -

4 Commenti

  1. Bene….quando la situazione diverra’ critica..tutti quelli che si saranno ammalati potranno chiedere i.danni al Sindaco di Ischia….ma che bravo..invece di far rispettare la,zona,rossa,e salvare la stagione estiva…..

    • I contagi sulla nostra isola sono pochi, basta fare un po’ di attenzione agli imbarchi, con tamponi rapidi,per far diventare l isola covid free. Siamo da un anno chiusi dentro e SIAMO STANCHI!!! A ottobre dovevamo stare chiusi dentro per salvare il Natale, Risultato? Natale chiusi dentro!Qualora la situazione dovesse peggiorare sull isola allora ben vengano le restrizioni. Al Rizzoli quanti ce ne sono in terapia intensiva? Chiedetevelo!!!Poi se a lei arriva lo stipendio ogni 27 del mese il problema non sussiste, ma qui ci sono categorie che sono alla FAME.

  2. Solo chiacchiere !
    Sindaci inutili e insignificanti !
    Divremmo esere un’isola “Covid Free”
    ,invece siamo alla fame e allo sbando perché nessuno è in grado di governarci !

  3. Nessun stipendio caro Vip…..sono una come tanti..che si sta arrangiando e sa una cosa??l’isola covid free si fa solo facendo rispettare le regole..seriamente…..cosa che qui non è stata mai fatta…ne’ a ottobre nè adesso…….Solo così si puo’ diventare covid free e magari salvare la Pasqua e ovviamente l’estate……Quello che lei sostiene…aperture..in situazioni analoghe(con rialzo di casi altrove…altrove???? a 20 miglia marine…mica in Australia!!!!!), controlli e tamponi..ripeto, in situazioni analoghe, hanno dato i risultati che abbiamo….fisarmonica e apri e chiudi……..con perdita di mesi interi…….
    Se l’Italia avesse chiuso seriamente per un mese ad ottobre per poi riaprire tutto ma chiedendo la ferrea osservanza delle regole(sa..si può fare tutto anche con mascherina e distanziamento…forse il ristorante, per fare un esempio, costerebbe qualcosa in piu’…ma tutti avrebbero pagato per essere sicuri in questa fase!!!), avremmo di sicuro salvato il Natale e ora saremmo in piena attività per la Pasqua e la stagione estiva.
    Tutto qui!!!
    Regole…queste sconosciute!!!!!
    Intelligenti pauca!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Carmine continua pericolosamente lo sciopero della fame. I cresimandi si assembrano in cattedrale e non perdono il vizio

Gianni Vuoso | Quanti interventi, quante parole, quante decisioni assurde e discutibili. Viene voglia solo di restare in silenzio...
- Advertisement -