venerdì, Giugno 18, 2021

Elisoccorso, stop alle proroghe regionali. Arriva il mega appalto per i voli salvavita

In primo piano

Ida Trofa | Si è conclusa, dopo decenni di proroghe e precarietà, la procedura di gara per l’aggiudicazione del Servizio di Elisoccorso sul territorio della Regione Campania. Un servizio, fondamentale, specie per le comunità insulari come la nostra, costato alla comunità cifre iperboliche dell’ordine di 1.265.282.31 € ogni tre mesi di attività legate al volo sanitario con elicotteri h 24 sul territorio della regione Campania con basi HEMS a Napoli ospedale Cardarelli e Salerno Aeroporto Costa d’Amalfi.
Ad occuparsene sin qui, sono state la società Babcock MCS Italia Spa affidataria, unitamente alle società Alidaunia Srl ed Elilombarda Srl, del servizio di soccorso.

Un contratto più che datato al n. di repertorio 12552 del 14/12/2001 e legato alla delibera di Giunta Regionale n. 1455 del 16.07.04 con l’“Affidamento prosecuzione del Servizio Trasporto Infermi con Eliambulanza a trattativa privata all’Ati Helitalia”, agli stessi patti e condizioni nei modi e nei termini di cui al contratto del 2001. Poi decine di delibere di Giunta e relativi decreti dirigenziali analoghi succedutesi nel tempo .
Ora con la sottoscrizione del contratto di affidamento ad una società di primario rilievo del settore di cui non sono stati ancora resi noti i “connotati”.

Il sistema è incentrato sull’utilizzo di due elicotteri di ultima generazione con tecnologie all’avanguardia che garantiscono operazioni anche nelle più avverse condizioni quali il volo notturno e i recuperi con verricello.
Il servizio, che vedrà l’operato di personale specializzato allocato in due basi operative, una a Napoli e una a Salerno, è proiettato anche ad una revisione e ad un miglioramento operativo di tutte le piazzole di atterraggio presenti in regione Campania.
Un servizio di elisoccorso moderno ed efficiente, importante anche per i soccorsi sulle isole, è uno strumento fondamentale del sistema sanitario regionale necessario a garantire, con il trasferimento rapido di pazienti che necessitano di interventi urgenti, soprattutto in località isolate o remote, un’assistenza di massimo livello.
Elisoccorso: nuovi mezzi e basi operative. Assegnata a una “società di primario rilievo nel settore” con due velivoli ultratecnologci
Nella nota ufficiale diffusa dalla Regione Campania viene rilevato che il sistema resterà incentrato sull’utilizzo di due elicotteri di ultima generazione con tecnologie all’avanguardia e due basi operative regionali, di cui una a Napoli e una a Salerno. Questo l’esito della procedura di gara per l’assegnazione del servizio di Elisoccorso sul territorio della Regione Campania.

Voli anche in condizioni estreme
“Il sistema è incentrato sull’utilizzo di due elicotteri di ultima generazione – ad ufficializzare la notizia è stata la stessa amministrazione regionale che specifica come il servizio sia stato assegnato, dopo anni di proroghe indirizzandosi vero una società di rilievo – che garantiscono operazioni anche nelle più avverse condizioni, quali il volo notturno e i recuperi con verricello”. “Il servizio – continua la nota -, che vedrà l’operato di personale specializzato in due basi operative, una a Napoli e una a Salerno, è proiettato anche ad una revisione e ad un miglioramento operativo di tutte le piazzole di atterraggio presenti in regione.

Voli sanitari per le isole e le località remote
Un cambio fondamentale, ritiene Palazzo Santa Lucia, atteso che gli elicotteri saranno impiegati fondamentalmente per le isole campane ma anche per le località remote ed isolate. La bontà del progetto dovrebbe essere contenuta infatti nella capacità di garantire un’assistenza più rapida per zone poco accessibili, decentrate rispetto al territorio, dove non c’è altro modo per garantire celerità e tempestività d’azione nei protocolli salvavita.
“Un servizio di elisoccorso moderno ed efficiente, importante anche per i soccorsi sulle isole, è uno strumento fondamentale del Sistema sanitario regionale necessario a garantire, con il trasferimento rapido di pazienti che necessitano di interventi urgenti, soprattutto in località isolate o remote, un’assistenza di massimo livello”.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Consorzio unico di Bacino, tegola da 849.152,34 € per i comuni di Ischia e Casamicciola

Ida Trofa | L’ultima beffa per i comuni di Ischia e Casamicciola Terme giunge dal Consorzio Unico di Bacino...
- Advertisement -