Economia italiana: il Governo dorme? Si salvi chi può! | #4WD

Daily 4ward del 24 marzo 2020 di Davide Conte

0

Negli Stati Uniti, i democratici discutono al Senato la maxi-manovra proposta da Trump e il suo entourage tecnico a fronte degli effetti del Covid_19, affinché si rivedano alcuni capitoli di spesa sulla tutela dei lavoratori e maggiori controlli per le imprese beneficiarie. Parliamo di ben 1,8 trilioni di dollari: significa quasi due miliardi di miliardi. Provate a scriverlo se ci riuscite, servono diciotto zeri! In più, la Federal Reserve (la Banca d’Italia americana, per capirci) ha dichiarato di assumersi in toto l’esposizione debitoria ex novo delle aziende americane.

L’Europa, dal canto suo, allarga come non mai i cordoni della borsa, sospendendo il patto di stabilità e preparandosi all’emissione di Eurobond che coprano il debito contratto da tutti gli stati membri a seguito dell’emergenza coronavirus.

La Germania, forte di tale provvedimento, parte lancia in resta presentando un piano immediato da 156 miliardi di euro, di cui 3 destinati alla sanità e ben 50 alle aziende. Queste ultime percepiranno dai nove ai quindicimila euro ciascuna nei prossimi tre mesi, a seconda del numero dei loro dipendenti (al di sotto di cinque o entro i dieci), per poi lasciare il posto a un mega-intervento da 750 miliardi, sempre a favore delle piccole e medie imprese, ritenute a giusta ragione il cuore pulsante dell’economia tedesca.

In Italia, invece, siamo alla mercé di un governo nazionale che non solo annuncia un decreto non ancora firmato, per poi pubblicarlo ventiquattr’ore dopo totalmente diverso da quello annunciato, ma si crogiola in un intervento-farsa definito “poderoso” che, con 25 miliardi di euro, rimanda poche tasse di un paio di mesi e non va oltre una vergognosa elemosina una tantum da 600 euro a poche partite iva, oltre a una cassa integrazione per i dipendenti privati la cui consistenza media è inferiore a quella del reddito di cittadinanza.

E poi ci lamentiamo che Merkel e Macron ci trattano come sottosviluppati… ne hanno ben donde!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui