Ecco come hanno speso i primi 4.671.385,97

3

da Trofa | I soggetti politici a comando del paese fanno gli offesi quando gli viene evidenziato che si stanno preparando per l’affar€ t€rr€moto. La loro riparazione a fare affari è una certezza. Sia gli affidamenti a ditte amiche, per le quali chiediamo a gran voce l’intervento della magistratura affinché si effettuino tutti i controlli necessari, sia gli incarichi agli amici degli amici, lo stuolo di tecnici fiondatisi sulle macerie, cosi come le mani dei traffici (tanti sindaci, assessori, ex sindaci) negli incartamenti e tra i dati sensibili per favorire le pratiche di famiglia o dei propri elettori.
Politici che ,anche a notte fonda, vanno e vengono dal Capricho nelle stanzette sul retro per prendere faldoni e incartamenti.
Interventi dubbi con somme urgenze su immobili pubblici e privati, acquisti scriteriati a cifre blu. Parliamo di vicende strane, procedure, soldi, spese fatte a danno dell’emergenza e dei terremotati veri. Tutto con una semplice determina dal responsabile del’UTC, Enzo D’Andrea o Alessandro Dellegrottaglie a seconda che si parli di Casamicciola o di Lacco Ameno, senza far riferimento ad alcuni deliberato con la indicazione politica per tale tipo di provvedimento, ed ovviamente contro firmati dal sindaco di turno.
Parliamo di somme urgenze e soldi già spesi per i quasi 3.500.000 di euro dal Comune di Casamicciola Terme che non parla nelle sue spese di Alloggiati (numeri che vanno sotto i 2000pax) e CAS.
A Lacco Ameno siamo fermi a 1.295.045,97 € di cui 138.900,00 € di richieste per contributi CAS.
Parliamo di tecnici pronti a tutto per una firma capaci di alzarsi anche 35 mila euro a botta per la direzione dei lavori.
Somme e spese già imputate sulle some previste per l’emergenza dei famigerati 7 milioni di euro riconosciuti con decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, più i 2,5 milioni stanziati dalla Regione Campania.
Il sisma ha già ampiamente dato la scusa e la “giustificazione” burocratica degli affidamenti diretti e le prime spese pro sciacallaggio amministrativo! Tutto alla scusa “Terremoto” e richieste varie di emergenza e calamità richiesta.
E’ cosi che si dissipano i soldi che invece dovrebbero servire a rimettere in piedi la comunità. E dopo l’alluvione il paese si appresta ad essere depredato ancora.

A questo punto, rischia di riaprirsi il dibattito ‘casinò sì – casinò no’ che era salito prepotentemente alla ribalta poco tempo fa. Il progetto di un casinò a Ischia, d’altronde, ha già parecchi anni di età. Mettendo da parte legittime considerazioni di carattere etico, non si può negare che la costruzione di un casinò potrebbe rappresentare uno stimolo notevole per la crescita economica dell’area ischitana. I dati numerici sono chiari: pur se in leggera flessione negli ultimi anni, il gioco nei casinò terrestri genera denaro, e anche tanto. E non solo: calcoliamo anche, nell’insieme, nuovi appalti, nuovi progetti edili, nuovi posti di lavoro.

Il casinò di Venezia, ad esempio, è regolarmente attorno ai 100 milioni annui di incasso. A generare la maggior parte degli introiti sono le slot machine, con una percentuale superiore al 60 per cento. Investire nelle slot, insomma, attirerebbe giocatori e investimenti. Lo dimostra anche lo scenario del gioco su Internet: le slot online sono di gran lunga il gioco più gettonato, come si può leggere su tutteleslot.it. Potremmo essere di fronte a un momento in cui si dovrà prendere una decisione definitiva, in un senso o in un altro.

3 Commenti

  1. Andiamo nello specifico indicando quanto è stato pagato un soggetto indicando nome cognome e evidenziando per quale tipologia di prestazione. Iniziamo a capire chi è che ha le mani in pasta stiliamo una bella lista e se sarà il caso informiamo l autorità giudiziaria. Fare di tutt Erba un fascio non mi sembra il caso.

  2. mi sembra di aver letto in quella lista della spesa perché chi la pubblicata su facebook non si legge molto bene che ci sono 440 mila euro a amca x acquisto automezzi. ma dove sono questi automezzi e che automezzi sono? poi ci sono spese pazzesche x il trasporto dei ragazzi delle scuole circa 130 mila euro in neanche un mese se questi ragazzi dovessero fare sta trafila per tutto l’anno ci vorrebbe più di 1 milione di euro, pazzesco.io non so se qualcuno ha gia interessato la procura ma mi sembra che qua ci sono tutte le condizioni per un cellullare per incarrozzare tutti dal sindaco agli assessori ai consiglieri a ditte amiche tecnici e altre fetenzie varie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui