fbpx

Eccellenza. Solo il Real Forio è Covid free

ECCELLENZA | UN CASO NELL’ISCHIA (E DUE IN QUARANTENA), CINQUE NEL BARANO

Must Read

Nei giorni scorsi avevamo accennato della preoccupazione dei presidenti delle società isolane, alle prese direttamente o indirettamente con i casi di Covid che avevano e stanno interessando soprattutto le principali squadre di calcio dell’isola. Ebbene, le preoccupazioni erano e sono fondate. L’innalzamento dei contagi non risparmia il mondo dello sport. L’Ischia Calcio, ad esempio, per volontà del proprio presidente D’Abundo, ha evitato la cena di Natale.

All’interno dello staff tecnico e sanitario, ci sono due tesserati in quarantena preventiva e un calciatore risultato positivo proprio nelle ultime ore. Ma la situazione più preoccupante riguarda il Barano. Prima di Natale i positivi erano due. Alla ripresa degli allenamenti, il numero è salito a cinque. L’ultimo giro di tamponi è stato effettuato nel primo pomeriggio di ieri da una dottoressa nota negli ambienti sanitari per l’attenzione che presta nell’ambito delle proprie funzioni. I positivi sono tutti calciatori. Nessuno dello staff tecnico, sanitario o dirigenziale. Proprio la squadra che più di tutte aveva bisogno di risollevarsi, di incrementare la preparazione e favorire l’inserimento dei due neo acquisti Desi e Ferri, in pratica solo ieri ha ripreso la via del campo dopo l’ultima di campionato.

Non il massimo per Isidoro Di Meglio che, se avesse saputo di ritrovarsi dì lì a poco con una serie interminabile di problemi, ad agosto avrebbe chiesto alla società di partecipare alla quinta serie francese per giocare a Lourdes o a quella bosniaca e trovare un campo nei pressi di Medjogorie. Battute a parte, la stagione del Barano è iniziata male e rischia di proseguire peggio. Il vento sembra cambiare invece sul versante occidentale dell’isola visto che il Real Forio ieri pomeriggio è stato “dichiarato” Covid free. Il giro di tamponi a cui si sono sottoposti calciatori e staff tecnico non ha riscontrato positività. Un sospiro di sollievo per Leo e la dirigenza biancoverde visto che era stato annullato l’allenamento pre-natalizio perché serpeggiava una certa preoccupazione. Invece “semplici” malanni di stagione.

NUOVO DECRETO – Intanto alcuni comitati regionali si stanno interrogando sulla possibilità di far riprendere il 9 gennaio tutti i campionati, oppure far ripartire solo quello di Eccellenza e fermare gli altri minori, così come ha già stabilito il comitato regionale del Veneto e come potrebbe fare quello della Lombardia.

Sulla Gazzetta Ufficiale di ieri è stato pubblicato il nuovo decreto con importanti novità anche per il calcio giocato. Oltre che per gli spettatori, infatti, il super green pass (la certificazione verde che si ottiene una volta guariti o con il vaccino), sarà obbligatorio anche per chi gioca in impianti al chiuso come ad esempio il calcio a 5, e per l’accesso alle docce. Alla luce di queste nuove regole è probabile quindi un aggiornamento delle linee guida della FIGC e degli altri EPS.

MASCHERINA FFP2 – Il decreto legge pubblicato il 24 dicembre contiene la proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19. In relazione al settore sportivo, il decreto-legge prevede che: – per gli eventi e le competizioni sportive che si svolgono al chiuso o all’aperto, a partire dal 25 dicembre e fino allo stato di cessazione dello stato di emergenza, è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, con il divieto di consumo di cibi e bevande ad eventi e competizioni sportivi al chiuso; – a partire dal 10 gennaio 2022 e fino alla cessazione dello stato di emergenza l’accesso a piscine, palestre e sport di squadra, per le attività che si svolgono al chiuso, nonché agli spogliatoi (con esclusione dell’obbligo per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età di disabilità), è consentito esclusivamente ai possessori di green pass rafforzato. Il decreto-legge proroga lo stato di emergenza fino al 31 marzo 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

«Tira» l’abuso e FLASH. Forio, un comune da super eroi

Quando si dice che l’Italia è un paese che ad agosto va in ferie e che è l’unico nel...