sabato, Maggio 15, 2021

Eccellenza. Sauriño e Florio decidono il derby

In primo piano

Un Barano pimpante dà filo da torcere all’Ischia che porta via i tre punti dal “Di Iorio” di Testaccio e inizia il gironcino con il piede giusto. Non è stata una passeggiata per i gialloblù che, piazzato un tremendo uno-due nella parte finale della prima frazione (eurogol di Saurino e spizzata di testa di Florio), nella ripresa hanno subito il ritorno del Barano che ha ridotto il divario in seguito ad un regalo della retroguardia isolana. A quasi mezzora dalla fine, l’Ischia non ha più potuto gestire la partita come avrebbe voluto. Nelle fila ischitane non c’è stata linearità, è mancato quell’ordine che consentisse di riproporsi dalle parti di Marino per chiudere definitivamente un derby che è rimasto in bilico fino al triplice fischio del torinese Massari. Nei secondi 45’ troppe giocate sono apparse scontate quanto inopportune, si à dato pericolosamente campo al Barano che ad un certo punto non ha avuto la forza di raddrizzarla: Arcamone era stanchissimo, Filosa e Iovene usciti per far spazio a forze fresche. L’intenzione di Di Meglio è quella di far ruotare tutti in questo mini-girone e bene ha fatto perché è così che si lavora in prospettiva. Insomma, il “solito” Barano ben messo in campo e combattivo, che non si tira mai indietro, mentre l’Ischia deve crescere soprattutto dal punto di vista della personalità perché su quello tecnico c’è poco da dire. Le partite durano novanta minuti e per adesso prendiamo in considerazione i primi 45’. Di sicuro la contemporanea assenza di Castagna e D’Antonio, i due esterni d’attacco titolari, ha inciso sul piano del gioco perché l’Ischia ha degli equilibri consolidati, così come quelle di Ciro Saurino e di Arcamone, entrato per puntellare un reparto che stava cominciando a scricchiolare.

SCHIERAMENTI – Di Meglio fa debuttare il nuovo portiere Marino. L’under Muscariello fa coppia in mezzo con De Simone; Cuomo ed Errichiello i terzini. In mediana Conte e Scritturale con Rosi a destra e Filosa a sinistra. Iovene alle spalle di Arcamone. Per gli aquilotti una sorta di inedito 4-2-3-1. “Billone” Monti risponde con uno schieramento condizionato dal recupero quasi in extremis di D’Antonio che parte dalla panchina, al pari di Arcamone. Ciro Saurino non è convocato per un residuo di squalifica. Difesa annunciata (Monti-Chiariello i centrali), catena di destra Invernini-Florio, a sinistra Accurso-Pistola. A centrocampo l’under Di Meglio (spesso sulle piste di Iovene) insieme a Sogliuzzo e Trofa. Saurino G. la punta centrale.

LA PARTITA – Passano appena 25 secondi e Sogliuzzo in piena area cerca l’angolo lontano: pallone fuori non di molto. L’Ischia spinge ma la manovra non è ordinata. Al 16’ angolo di Pistola, Chiariello di testa schiaccia all’altezza sul primo palo ma non trova lo specchio della porta. Monti inverte le posizioni di Pistola e Forio che va a sinistra. L’Ischia fa fatica a proporsi in avanti e al 26’ il Barano si fa minaccioso: ripartenza di Iovene che smista a sinistra per Filosa il cui bolide di prima intenzione viene ottimamente respinto in corner da Di Chiara. L’Ischia replica immediatamente: 2’ dopo Di Meglio dalla distanza chiama Marino al colpo di reni sotto la traversa. Ischia ancora pericolosa alla mezzora. Lancio di Trofa dalla destra per Florio che all’altezza del vertice sinistro dell’area tocca a favore di Di Meglio: rasoterra basso intercettato da Pistola che da ottima posizione non calcia bene facendo fare un figurone a Marino. Dopo una parata di Di Chiara su tiro dalla distanza di Errichiello, al 38’ l’Ischia passa. Florio verticalizza per Sauriño che elude l’intervento di De Simone e con uno spettacolare destro a giro manda la palla nell’angolo lontano. Il gol galvanizza l’Ischia. Corre il 44’ quando Florio di testa devia all’indietro un calcio piazzato da sinistra di Sogliuzzo e per Marino non c’è nulla da fare. Dopo 1’ di recupero, tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa Barano arrembante. Al 6’ batti e ribatti in area isolana, Conte ha il pallone del possibile 1-2 ma il suo sinistro incerto viene respinto da Monti, proteso in scivolata. Di Meglio cambia gli esterni. Prima Ruffo al posto di Rosi (Filosa si sposta a destra), poi Manieri sostituisce Cuomo (Errichiello va a fare il terzino destro). Al 9’ calcio piazzato di Conte dalla destra, pallone lungo che su spegne sulla parte alta della traversa. Al 18’ erroraccio della difesa ischitana. Su una imbucata dal limite di Scritturale, Di Chiara in uscita non riesce a carpire la palla che carambola su un compagno e viene poi pizzicata da Filosa, il quale insacca a porta vuota. Su un capovolgimento di fronte, proteste ischitane per un probabile intervento da rigore ai danni di Florio, toccato da Marino in uscita. Al 25’ “Billone” Monti cambia Pistola con Gigio Trani. Un tiro-cross di Arcamone da destra termina non lontano dal palo alla destra di Di Chiara. Il Barano fa la partita, allarga il gioco, ha anche gamba (nonostante la differenza di preparazione), cerca lo spiraglio per la giocata di Arcamone ma l’Ischia di riffe o di raffe limita i danni. Al 33’ Sogliuzzo su punizione dalla sinistra prova a sorprendere Marino che però salva con un bel balzo. Ultime emozioni al 45’: calcio franco dalla destra di Conte, la palla attraversa lo specchio della porta ma Arcamone non riesce ad arrivarci. In pieno recupero, calcio piazzato velenoso dalla destra del mancino Manieri, pallone che spiove in area ma Sogliuzzo anticipa gli avversari mettendo in angolo. I sette-otto ultras sul terrapieno tirano un sospiro di sollievo. L’Ischia non convince ma vince. E come recita l’antico adagio, chi ben comincia…

G.S. (foto Alessandro Ascione)

BARANO 1
ISCHIA    2

BARANO CALCIO: Marino, Cuomo (5’ st Manieri), Errichiello, Conte, Muscariello, De Simone, Rosi (1 st Ruffo), Scritturale, Arcamone, Iovene (19’ st Matarese), Filosa (36’ st Mainolfi). (In panchina Castaldi, Manzi, Monti F., Polito, Abbandonato). All. Di Meglio.

ISCHIA CALCIO: Di Chiara, Florio (37’ st Arcamone), Accurso, Di Meglio, Chiariello, Monti V., Invernini, Trofa (47’ st Di Costanzo), Saurino G. (36’ st Rubino), Sogliuzzo, Pistola (25’ st Trani). (In panchina Mennella, Buono, Cibelli, D’Antonio, Di Sapia). All. Monti.

ARBITRO: Massari di Torino (ass. Ferrara e Amarante di Castellammare di Stabia).

MARCATORI: nel p.t. 38’ Saurino G. (I), 44’ Florio (I); nel s.t. 18’ Filosa (B).

NOTE: angoli 5-5. Ammoniti De Simone, Sogliuzzo. Conte, Scritturale, Trani, Accurso. Durata p.t. 46’, durata s.t. 49’. Osservato 1’ di raccoglimento per la scomparsa del vice presidente del C.R. Campania, Massimo Grisi.

DE LUISE AL REAL FORIO

Quasi in chiusura di mercato, l’Ischia Calcio ha ceduto l’attaccante Massimo De Luise al Real Forio. Ieri De Luise non figurava nell’elenco dei convocati, ha poco spazio e così la società gialloblù e quella foriana hanno trovato l’accordo per il prestito del centravanti che ritorna a indossare la maglia biancoverde.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Traffico. Da sabato al via le ZTL a Lacco Ameno

Il Comando di Polizia Municipale informa che da sabato 15 maggio p.v. conl’adozione dell’Ordinanza n° 5/2021 sarà riattivato il...
- Advertisement -