fbpx

Eccellenza, Real Forio-Ischia: «Derby per pochi intimi? Decisione scandalosa»

ECCELLENZA | DI MAIO MOTIVA LA LIMITAZIONE, GLI ULTRAS DELL’ISCHIA CHIAMANO IN CAUSA IL SINDACO DEL DEO

Must Read

La società Real Forio conferma che il derby si giocherà davanti a pochi intimi, motivando la limitazione. I tifosi organizzati dell’Ischia si dicono delusi e replicano, chiedendo l’intervento del sindaco di Forio, Francesco Del Deo. Ai sostenitori gialloblù non va proprio giù di dover seguire la partita sul muraglione all’angolo della Spinavola o in televisione, perché è una partita che si svolgerà in un clima di amicizia visto che tra i tifosi foriani e quelli ischitani da tempo è in atto un gemellaggio.

Ieri pomeriggio al “Salvatore Calise”, al termine dell’allenamento, una delegazione dei tifosi biancoverdi, alla presenza di un paio di rappresentanti del tifo gialloblù, ha incontrato i dirigenti del Real Forio, i quali hanno ribadito quanto affermato sul giornale di ieri, ovvero che quanto stabilito dalle forze dell’ordine non si può sovvertire, avendo la struttura sportiva delle criticità di vario tipo che limitano di molto la presenza del pubblico. Un problema che sull’isola d’Ischia coinvolge occhio e croce il settanta per cento delle strutture. La percentuale sale si ci si riferisce a quelle che ospitano gare calcistiche.

DI MAIO CHIARISCE –L’avvocato Giuseppe Di Maio, tramite i canali ufficiali della società (che a loro volta hanno fatto riferimento a quelli normalmente utilizzati per la propaganda relativa all’azione dell’amministrazione capeggiata da Del Deo), ha spiegato le ragioni per le quali sabato si giocherà con una capienza ridotta a 75 spettatori, così come sta avvenendo dall’inizio della stagione. Dunque, all’ombra del Torrione, non c’è alcuna novità da questo punto di vista e non ce ne saranno da qui alla fine del campionato semplicemente perché, come riportato ieri, nel caso di possibili problemi di ordine pubblico si può giocare solo a porte chiuse, eventualmente in un’altra struttura come ad esempio il “Mazzella”. Ma non in questa circostanza perché si tratta del derby contro l’Ischia. «Purtroppo la nostra capienza ufficiale è di soli 100 posti. E vista la normativa anti-covid possiamo utilizzare solo il 75 per cento della capienza massima – ha dichiarato l’avvocato Di Maio, da sette anni dirigente del Real Forio –.

Quindi non per nostra volontà, ma per rispettare le normative abbiamo deciso di assegnare 50 posti ai tifosi del Real Forio e 25 posti ai tifosi dell’Ischia. Avremmo voluto far diventare il derby con l’Ischia una grande festa. Il nostro sogno era vedere lo stadio stracolmo di gente e di bandiere. Ma, purtroppo, non è stato possibile. E questa, è una situazione che si sta ripetendo domenica dopo domenica, da inizio anno sportivo. La ridotta capienza, inoltre, ha alimentato non poche incomprensioni con le altre società ospitate. Anche noi non siamo affatto contenti di queste limitazioni che riducono molto gli incassi e rendono lo stadio spoglio di colori e di cori. Senza tifosi il nostro calcio perde tanto e lo sappiamo – continua Di Maio –.

Ci auguriamo che presto il Salvatore Calise possa essere omologato in tutta la sua interezza. Lo merita Forio, e lo meritano anche le tutte le piazze, Ischia “in primis”, che partecipano a questo importante campionato di Eccellenza».

REPLICA ULTRAS ISCHIA– Non si è fatta attendere la replica del gruppo “Ultras Ischia 1922” che ha diffuso il seguente comunicato, chiamando in causa il primo cittadino di Forio. «In seguito alle dichiarazioni rilasciate dalla società Real Forio, tramite il proprio dirigente Giuseppe Di Maio, siamo venuti a conoscenza che, per la partita di sabato tra Forio ed Ischia, saranno disponibili solo 25 posti per il settore ospiti.Troviamo SCANDALOSA tale decisione, dato che c’è grande voglia di vivere una partita dal sapore antico, condito da una sana amicizia tra le due tifoserie.

Non riusciamo a capire come sia possibile che uno stadio possa essere dichiarato inagibile e a con capienza limitata nel 2021.Chiediamo all’amministrazione comunale di Forio, con in testa il sindaco Francesco Del Deo, di fare il possibile per permettere all’intera comunità isolana di vivere una bellissima giornata di sport, tifo e amicizia.Certi di un interesse anche da parte dell’amministrazione comunale di Ischia, del sindaco Enzo Ferrandino e delle due società Real Forio e Ischia Calcio.Da parte nostra ci sarà tutta la disponibilità e la volontà di poterci prendere le nostre responsabilità qualora ce ne sia bisogno.Attendiamo fiduciosi delle risposte. Firmato: Ultras Ischia 1922».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Proroga dell’allerta meteo: tutte le scuole dell’isola chiuse

In seguito alla proroga dell'Allerta meteo arancione, i sindaci dell'isola hanno disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine...