fbpx

Eccellenza. L’Ischia pensa solo al Real Forio

DOPO IL RINVIO DELLA GARA COL SAVOIA, I GIALLOBLÙ HANNO RIPRESO GLI ALLENAMENTI

Must Read

Domenica scorsa al “Mazzella” niente storico confronto tra Ischia e Savoia. La pandemia si è messa di traverso, causando il rinvio dell’atteso match tra due squadre che comunque sarebbero scese in campo senza pedine importanti tra infortuni e positività già precedentemente appurate. Quattro (due per parte) quelle accertate prima della comunicazione del Savoia che sabato mattina ha chiesto e ottenuto il rinvio da parte del comitato regionale perché, dopo l’ultimo giro di tamponi (necessario per i due precedenti), i casi di positività avevano raggiunto le sette unità. Numero preoccupante quanto sufficiente per chiedere il rinvio dell’incontro in programma al “Mazzella”.

Dopo aver disdetto la prenotazione dell’albergo (un tre stelle nel centro di Ischia) e “sospeso” i biglietti del traghetto sia per l’andata che per il ritorno, domenica il Savoia ha fatto il punto della situazione, riprendendo ieri pomeriggio gli allenamenti agli ordini di Roberto Carannante con qualche giovane della Juniores in più. «I venti in rosa che oggi (ieri per chi legge, ndr) hanno ripreso gli allenamenti, sono tutti negativi – ci dice il d.s. biancoscudato Palumbo che sei anni fa, quando militava nel Benevento, si occupò del trasferimento di Kanouté in prestito all’Ischia –. A partire da domani (oggi, ndr), saranno effettuati i tamponi molecolari che proseguiranno mercoledì, fino a fine settimana. Abbiamo la fortuna di avere due medici sociali molto in gamba che stanno monitorando la situazione con grande professionalità. Sono stati sanificati gli ambienti dove la squadra si allena, stiamo ripetendo le operazioni affinché i casi verificatisi restino tali.

Gli ultimi tamponi saranno fatti sabato. Se non ci saranno novità, è probabile che chiederemo il rinvio della prossima gara casalinga contro il Neapolis. Se invece la situazione dovesse evolversi in maniera positiva, col recupero di almeno due-tre elementi, a quel punto potremmo scendere in campo, evitando di recuperare due partite nel mese di dicembre. Il problema – sottolinea Palumbo – non sarebbe tanto l’eventuale turno infrasettimanale contro il Neapolis bensì quello con l’Ischia che deve giocare le due gare dei quarti di coppa con la Maddalonese». Per le date del recupero non ci sono alternative: mercoledì 1 dicembre oppure mercoledì 8 dicembre. Il 24 novembre l’Ischia andrà a Maddaloni che renderà visita ai gialloblù il 15 dicembre.

LA RIPRESA – Da ieri pomeriggio l’Ischia è dunque concentrata unicamente sul derby in programma sabato al “Salvatore Calise” contro il Real Forio che a Frattamaggiore ha inanellato la terza sconfitta di fila. I gialloblù hanno ripreso ad allenarsi al “Rispoli”, campo che ospiterà tutte le sedute settimanali perché il prato dello stadio di Fondobosso è stato riseminato e non può essere ancora calpestato. Lo staff tecnico e quello sanitario, dopo i recuperi di Trani e Pistola, cercheranno di rimettere in sesto anche il difensore Di Costanzo.

In preallarme da giorni c’è comunque Muscariello che scalpita per duellare con Gianluca Saurino, che dovrebbe rientrare dopo aver saltato le ultime due partite. Meno probabile un recupero di Florio. Sicuro assente Chicco Arcamone che dovrà scontare il turno di squalifica visto che domenica non si è giocato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Carabinieri arrestano 25enne per tentato omicidio. Dopo una lite accoltella il cugino, è grave

I Carabinieri della Compagnia di Ischia hanno arrestato per tentato omicidio un 25enne incensurato. Ieri nel tardo pomeriggio, i...