fbpx

Eccellenza. Ischia, missione compiuta col Saviano

GIALLOBLÙ SCATENATI NELLA RIPRESA. RIGORE DI PADIN, 2-0 DI SIMONETTI E TRIS DI CHIARIELLO

Must Read

Giovanni Sasso | L’Ischia domina al “Comunale” di Ottaviano, conquistando la prima vittoria in campionato. Porta bene il campo vesuviano visto che tre anni fa i gialloblù raccolsero eguale bottino. A fine stagione arrivò un risultato che allora sembrava davvero vicino ma che adesso resta solo una bellissima aspirazione visto che siamo soltanto alle prime schermaglie. Il Saviano è riuscito a contenere l’Ischia per un tempo, cercando di chiudere gli spazi, limitando le linee di passaggio dei gialloblù che in effetti hanno fatto fatica a portarsi dalle parti di Di Sarno, uno dei migliori in campo, che ha ripetuto l’ottima prova all’esordio con l’Albanova solo che stavolta le sue prodezze non sono servite ad evitare il KO.

Affermazione netta, solare della squadra di Buonocore che ha sbloccato il risultato in avvio di ripresa su rigore (freddo Padin), contestato dai padroni di casa. Ma ce n’era uno decisamente più netto nel primo tempo, annullato da una assurda segnalazione di fuorigioco dell’assistente Capano di Napoli che ne ha combinate di tutti i colori, suscitando le ire degli isolani in campo e dell’intera panchina. Bravo Simonetti (alla terza rete in altrettante partite ufficiali!) a raddoppiare dopo appena sei minuti. Un rilassamento nelle fila ischitane ha causato il gol del Saviano che ha continuato a giocare palla in verticale su Chirullo, ben contenuto dalla coppia centrale dell’Ischia. Non si può parlare di partita riaperta semplicemente perché Matute e compagni hanno continuato a macinare gioco, mettendo in pratica quegli automatismi che per tutta la settimana sono stati il leit motiv degli allenamenti sulla collina di Monte Tabor. Alla lunga è sembrata evidente anche la differenza di preparazione atletica e a quel punto solo…l’Ischia avrebbe potuto compromettere il risultato. Dopo almeno tre occasioni non finalizzate e un palo, ci ha pensato Chiariello a mettere fine alla contesa con un’incornata su palla inattiva. Un successo solare quello dell’Ischia che accresce stima e fiducia in vista del big-match di domenica prossima al “Mazzella” contro l’Albanova.

SCHIERAMENTI – Undici annunciato in casa Ischia. Assenti in casa gialloblù (tutti per infortunio) De Simone, Muscariello, Starita e l’under Matteo Arcamone. Gemito in porta, Florio e Ballirano i terzini, Di Costanzo e Chiariello i centrali. In mediana Matute con Trofa e Kikko Arcamone. In avanti Padin con Mattera a destra e Simonetti a sinistra. 4-3-3 anche per il Saviano. Belmonte schiera Di Sarno tra i pali; Casillo e Annibale i centrali; sugli esterni Franza e Ammendola. A centrocampo Auriemma a dare fantasia con D’Ambrosio e Liguori; in attacco Chirullo sostenuto da Guidone e Schibano.

LA PARTITA – L’Ischia cerca di venire in avanti ma il Saviano tiene bene il campo e corre pochi rischi fino al 15’ quando Mattera dalla destra si accentra e lascia partire un sinistro forte che Di Sarno respinge in tuffo non senza fatica. Al 25’ azione insistita dell’Ischia sulla sinistra: Simonetti tocca per Arcamone, cross vellutato per la testa di Padin ma la traiettoria è centrale e il portiere para. Alla mezzora pasticcio della difesa neroverde e per poco Padin non ne approfitta. 1’ dopo, Trofa serve Simonetti che però calcia troppo debolmente e soprattutto sul portiere che può parare. Primo squillo savianese al 35’ quando Guidone raccoglie un cross dalla sinistra e in rovesciata manda il pallone a lambire la traversa. 3’ dopo sull’altro fronte è Chiariello su palla inattiva a tentare l’acrobazia ma Di Sarno è attento e abbranca il pallone. Al 44’ rigore per l’Ischia per fallo in area del portiere, scavalcato dal pallonetto di Ballirano che viene affrontato irregolarmente: però l’arbitro ritorna sui suoi passi su segnalazione dell’assistente: posizione (inesistente) di off-side del terzino isolano, tenuto in gioco da Ammendola.

PIOGGIA DI GOL – L’Ischia inizia la ripresa in avanti. Al 2’ Mattera dalla destra entra in area ma viene ostacolato da Auriemma e va giù. L’arbitro indica il dischetto senza indugi e, dopo le proteste locali, Padin spiazza Di Sarno. Al 9’ raddoppio dell’Ischia. Azione di prima dei gialloblù, Trofa lancia per Padin che però in piena area non sfrutta una brutta uscita del portiere: l’argentino dalla sinistra pennella in area piccola per Arcamone che di testa fa volare Di Sarno che però nulla può sulla conclusione ravvicinata di un ben appostato Simonetti. L’Ischia sfiora il tris al 13’: angolo di Ballirano, Chiariello stacca bene di testa ma il pallone lambisce il palo a portiere battuto. Al 16’ Chirullo difende palla in area, duella con Chiariello ma la sua conclusione sorvola la traversa. 1’ dopo staffilata di Florio da venticinque metri ma Di Sarno si distende e smanaccia in angolo. Passano sessanta secondi e Padin dal limite impegna ancora Di Sarno. Al 19’ Schibano si divora un gol fatto su assist di Chirullo dalla sinistra (proteste isolane per un fallo del centravanti).

L’Ischia commette troppi errori in fase di disimpegno. Su un ribaltamento di fronte, Florio sulla linea corta dell’area commette fallo su Chirullo e l’arbitro concede la massima punizione al Saviano. Dal dischetto lo stesso n.9 neroverde accorcia le distanze con un destro angolato. Al 27’ Buonocore richiama Padin e inserisce Scalzone. Il neo entrato serve un gran pallone a Trofa, traversone al bacio per Simonetti che, tutto solo in area, colpisce di testa ma Di Sarno con una mano evita il terzo gol. Al 35’ cross di Florio, Scalzone tenta la forbice che diventa un assist per Simonetti che a sua volta cerca l’acrobazia spalle alla porta ma Di Sarno c’è. Al 43’ azione d’angolo: bellissimo cross dalla sinistra di Ballirano e perfetto colpo di testa di Chiariello che chiude l’incontro. Al 46’ Cibelli duella in area con un difensore, cade ma recupera palla, assist per Arcamone che colpisce il palo: non il neo entrato Matarese per poco non effettua il tap-in.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Caduta massi, allarme sulla ex ss 270 a Cavallaro 

Cadono massi sulla ex se 270 tra Forio e Lacco Ameno. Urge l’immediato intervento delle autorità competenti  a tutela...
In evidenza

Caduta massi, allarme sulla ex ss 270 a Cavallaro 

Cadono massi sulla ex se 270 tra Forio e Lacco Ameno. Urge l’immediato intervento delle autorità competenti  a tutela...