fbpx

Eccellenza. Ischia Calcio bloccatutto

Must Read

Se non si muove l’Ischia, le altre “cugine” saranno costrette a cambiare le proprie strategie oppure…continuare ad attendere. Ischia Calcio bloccatutto. L’impasse societaria tiene col fiato sospeso non solo i tifosi dell’Ischia, i semplici appassionati, ma anche la dirigenza del Real Forio e, in parte, quella del Barano. Società sicure di disputare almeno la Promozione, con obiettivi diversi.

Mentre il Real Forio (indipendentemente se si riuscirà a spuntare un ripescaggio in Eccellenza), sarà chiamato ad allestire un organico di assoluto valore per primeggiare in uno dei quattro raggruppamenti che saranno formati tra una cinquantina di giorni dal Comitato Campano, il Barano può accontentarsi anche di una squadra giovane (le quotazioni di mister Iovine per la panchina sono di nuovo al rialzo) che però all’interno della propria rosa dovrà necessariamente avere almeno quattro uomini di esperienza e spessore per evitare di disputare un’altra stagione nei quartieri bassi della classifica, onde evitare di buttare letteralmente alle ortiche il sapiente lavoro di crescita iniziato da Beniamino Mennella e proseguito con la gestione del professore Giosi Gaudioso.

Dunque Ischia bloccatutto. Mentre si susseguono gli incontri per formare una compagine societaria in grado di garantire una dignitosa partecipazione al prossimo campionato di Eccellenza, da Napoli il patron Emanuele D’Abundo continua a rimanere alla finestra, in attesa che qualcuno si presenti per trattare il passaggio della società ad una nuova figura.

Il presidente che ha gestito il club nelle ultime quattro stagioni, era in parola con il gruppo di tifosi che esattamente un mese fa si recò presso i suoi uffici partenopei per comprendere le reali intenzioni di D’Abundo, il quale confermò di voler mantenere la parola data. La realtà dice che soprattutto chi nei mesi scorsi ha spinto per un “D’Abundo-out”, è letteralmente scomparso dalla scena.

E’ andato male qualche tentativo di coinvolgere un profilo esterno, non è dato sapersi se figura imprenditoriale o “pallonara” legata a precedenti gestioni di altri club? Fatto sta che, eccezion fatta per l’impegno che sta profondendo negli ultimi giorni Pino Taglialatela, nel tentativo di ricreare una società che rilevi il titolo da D’Abundo, non si registrano altri tentativi di evitare che l’estate 2022 venga ricordata come tante altre del passato. Riferiscono di un incontro “by night” sabato in un noto locale isolano. Al momento riscontri non ce ne sono ma qualche bene informato parla di possibile sblocco dell’impasse per il fine settimana. Se lo augurano i dirigenti del Real Forio che, correttamente, stanno attendendo sviluppi da Ischia prima di dare l’assalto ad almeno quattro profili di valore in grado di cambiare completamente il volto della squadra biancoverde, che a quel punto avrebbe bisogno di pochissimi rinforzi dalla terraferma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Casamicciola, ecco i vigili che sono costati la poltrona a GiBì?

Ida Trofa | Sono entrati in servizio ieri, i vigili urbani della discordia. Gli stessi che, molto probabilmente, sono...