fbpx

Eccellenza. Il cuore dell’Ischia batte fino al 93′

Must Read

“Casamicciola: forza, resisti! Cuore dell’Isola”, si apre con questo messaggio di supporto e di speranza il big-match dello Stadio Vallefuoco tra il Napoli United e l’Ischia. La squadra di Diego Armando Maradona jr., agganciata la vetta della classifica del Girone A di Eccellenza, accoglie la truppa di Enrico Buonocore. Non si gioca nel Rione Sanità, ma si torna a calpestare il rettangolo verde di Mugnano. Il minuto di silenzio in ricordo delle vittime della frana sul suolo isolano, la grande partecipazione del pubblico e la calorosa accoglienza con uno striscione di vicinanza: si scende in campo nella totale correttezza e con uno sprazzo di quotidianità nella tremenda settimana vissuta dal popolo ischitano. In palio ci sono punti pesanti ed entrambe le compagini ne sono consapevoli: si lotta, si duella e si cerca di non scoprire il fianco per l’ingresso dell’avversario. I gialloblù non si snaturano, il tecnico si affida al solito 4-3-3 e si affida anche ai nuovi arrivati: debutto dal primo minuto sia per Buono in difesa che per bomber Longo in attacco. Avanzato Trofa nel tridente assieme al sempre presente Simonetti, Brienza dall’inizio nello scacchiere di centrocampo con Matute e Matteo Arcamone. Florio nel ruolo di centrale in collaborazione con Chiariello, Mattera dirottato sulla corsia destra: nessuna novità in porta, con Gemito ormai titolarissimo.

Buon approccio alla sfida per l’Ischia che cerca di muovere la sfera da una parte all’altra del campo, mentre il Napoli United tenta di affidarsi alla corsa di Renelus e ai lanci dalle retrovie. Il primo tiro verso la porta è di Arario al 6’, il destro su sventagliata dai Cittadini è controllato e neutralizzato dall’estremo difensore. Gli ospiti provano a suonare la carica con Simonetti, la conclusione è ribattuta dall’attenta retroguardia di Maradona jr. Al 12’ imbucata alta per Simonetti, la difesa locale chiude in totale tranquillità e si appoggia ad Ascione. Al 14’ Barone strappa sulla fascia destra e scodella per Renelus, diagonale difensiva perfetta di Mattera che salva i suoi. Sul capovolgimento, altra giocata in favore di Simonetti che arriva sulla linea di fondo e crossa: Ascione esce, sventa la minaccia e blocca il pallone.

Al 22’ servizio di Barone su punizione da mattonella defilata: la traiettoria disegnata attraversa tutta l’area e nessun compagno trova il tap-in. Brivido per gli isolani che si riportano in avanti con un buon break di Matute con un recupero sulla trequarti. Il servizio per Longo è buono, ma l’attaccante viene ostacolato da Akrapovic e compagni. Al 30’ Oliva lancia in profondità Arario che controlla e pennella in mezzo: Cittadini stacca sul secondo palo, ma il colpo di testa è debole e facile preda di Gemito. Riparte la manovra dei gialloblù e l’iniziativa di Simonetti è fermata per fuorigioco: proteste dell’attaccante che si becca anche il cartellino giallo da parte del direttore di gara. Al 32’ proprio Simonetti conquista la sfera su errore di Barone in mediana e serve Longo. Il centravanti converge sul destro e pesca a rimorchio Brienza che calcia di prima intenzione, ma il reparto arretrato devia in corner. Al 40’ Cittadini scappa a sinistra e suggerisce per Arario sul versante opposto: botta di destro che si spegne sull’esterno della rete. Al 42’ Baumwollspinner svetta sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma non trova il bersaglio. Il primo tempo va in archivio senza recupero, il parziale resta inchiodato al rientro negli spogliatoi.

La ripresa si apre con timide proteste in casa Ischia per una caduta in area di Longo, l’arbitro lascia proseguire. Sale in cattedra Matute che al 48’ carica il destro da fuori area: la parabola è ancora respinta sul fondo dai centrali locali. Sugli sviluppi dell’angolo successivo, i ragazzi di Buonocore si rendono insidiosi e poi è Trofa a non agganciare un suggerimento in piena area. Al 55’ Brienza, molto attivo tra le due frazioni di gioco, chiama in causa Matute: la botta del centrocampista sorvola la traversa. Al 58’ colossale doppia opportunità per Brienza che calcia da distanza ravvicinata, ma Ascione è miracoloso in uscita: il portiere abbassa la saracinesca e non fa passare la conclusione. Sulla ribattuta, è il palo a negare la gioia al fantasista ospite. La partita resta equilibrata, nonostante i ribaltamenti e le sfuriate dei calciatori in campo. Al 67’ Mattera prova a mettere in moto Longo che, di testa, non inquadra. Al 70’ Simonetti manda direttamente sul fondo, segue l’episodio che stappa la sfida. Al 73’, su una punizione dalla distanza, Baumwollspinner fa da sponda con la zuccata e Cittadini raccoglie per il vantaggio dei Leoni. La reazione dei gialloblù è affidata a un colpo di testa di Mattera su una battuta dalla bandierina, l’impatto termina alto. Quando la partita sembra orientata verso la vittoria per gli uomini di Maradona jr., si scuote la truppa di mister Buonocore che agguanta un prezioso e insperato pareggio in pieno recupero. Simonetti riceve dalla destra, rientra e mette al centro: Padin, entrato nel secondo tempo, sale in cielo e batte Ascione con l’incornata. Titoli di coda sulla partita dello Stadio Vallefuoco con un punto vitale strappato dall’Ischia in vista del prosieguo stagionale. Il pari tra le due formazioni a Mugnano consente al Pompei – vittorioso contro il Givova Capri Anacapri – di agganciare la vetta, ora condivisa da tre formazioni. Si avvicina il Pomigliano, a meno uno, e a sorridere è lo Sporting Club Ercolanese: con un successo, infatti, la compagine vesuviana potrà superare tutti e conquistare il vertice in maniera solitaria. L’Ischia, tuttavia, ha ancora il vantaggio dalla sua parte col match da recuperare contro l’Acerrana. Una bellissima giornata di sport, sotto gli occhi soddisfatti di Lello Carlino e Paolo Fontanarosa, che hanno seguito l’incontro.

Il tabellino
Napoli United – Ischia 1-1

Napoli United: Ascione, Langella, Somma, Barone (85’ Delgado Soares), Akrapovic, Oliva (60’ Diakhaby), Arario (70’ Giordano G.), Baumwollspinner, Renelus (70’ Gioielli), Cittadini, Pelliccia. A disposizione: Zanfardino, Annunziata, De marco, Fucile, Carpetti. Allenatore: Maradona jr.
Ischia: Gemito, Mattera, Chiariello, Florio, Buono L. (77’ Matarese), Arcamone M. (83’ Patalano), Matute, Brienza (75’ Padin), Trofa, Longo (81’ De Luise), Simonetti. A disposizione: Mazzella, Ballirano, Arcamone K., Buono S., Pesce. Allenatore: Buonocore
Arbitro: Christian De Angelis di Nocera Inferiore
Assistenti: Massimiliano Napolitano di Caserta e Raffaele Cecere di Caserta
Marcatori: 73’ Cittadini (NU), 93’ Padin (I)
Ammoniti: Simonetti (I)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»
In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»