venerdì, Giugno 18, 2021

Eccellenza. Due gol al Barano e l’Ischia si conferma prima

In primo piano

Pancrazio Arcamone | Seconda vittoria consecutiva dell’Ischia. I gialloblè di “Billone” Monti, dopo il Napoli United, battono anche il Barano, aggiudicandosi il derby e siglando due gol così come all’andata, confermandosi in vetta alla classifica. Lo scivolone di Pianura ormai appartiene ai ricordi. Il derby con i cugini bianconeri è scivolato via senza grosse emozioni. La differenza dei valori in campo si è notata. Malgrado le numerose assenze, i gialloblé non hanno dovuto impegnarsi allo spasimo per aggiudicarsi l’intera posta. Dopo una serie di errori in zona-gol, è arrivato il vantaggio di Castagna. Va dato comunque merito ai collinari di aver tenuto il campo con grande dignità, occupando bene gli spazi, tenendo il baricentro abbassato nella speranza di colpire in contropiede con Arcamone che da solo ha tenuto sempre in allerta la retroguardia dirimpettaia. L’attaccante, al termine dei primi 45’, è stato costretto a lasciare il campo in seguito all’aggravarsi dell’infortunio rimediato venerdì in allenamento. Non essendoci un valido sostituto a ricoprire il ruolo, mister Di Meglio si è dovuto arrangiare mandando in campo Manieri e rimodulando lo schieramento iniziale. L’Ischia non ha quasi mai corso grossi rischi. In un’unica circostanza, in avvio di ripresa, Muscariello, con un dosato colpo di testa, per poco non faceva centro. L’ex Di Chiara si è superato respingendo in angolo una palla che sembrava destinata in fondo al sacco. Sull’altra sponda, tante sono state le insidie portate da Castagna e Trani (autore del 2-0 con un colpo di testa), ma un po’ la dea bendata, un po’ l’estremo difensore Marino e le deviazioni dei difensori, hanno impedito un bottino di reti più pingue.

L’Ischia con i tre punti raggiunge quota 12, mantenendo ben salda la vetta della classifica. Segue il Pianura distanziato di due punti, mentre la terza pretendente, il Napoli United, con i suoi 7 punti è terza. A questo punto, salvo fatti clamorosi, l’accesso agli ottavi dei play-off è un passo. Calendario alla mano, dopo la sosta di domenica prossima, gli uomini di Monti affronteranno prima il derby di Forio e in seguito al “Mazzella”, l’ostico Pianura, per poi chiudere con la trasferta di Mugnano col Napoli United. E’ probabile che a quel punto i giochi saranno belli e fatti visto il distacco di cinque lunghezze.

Anche col Barano Monti ha dovuto fare a meno di pedine importanti come i fratelli Saurino e Sogliuzzo, oltre a D’Antonio e Rubino, ma tutto sommato chi è stato chiamato a sostituirli non li ha fatti rimpiangere. Segno evidente che è stato importante iniziare la stagione con una rosa ampia e completa in tutti i reparti. Da segnalare ancora le prestazioni di Florio e Pistola che sugli esterni sono stati autori di tante belle giocate, di Kikko Arcamone, Castagna e Trani in avanti. Nel Barano, come dicevamo, di notevole spessore la prova di Angelo Arcamone fin quando è rimasto in campo. Bene anche Matarese e De Simone in difesa. A centrocampo ha brillato il faro Conte, anch’egli uscito per infortunio. Dell’Ischia non è piaciuto, cosa non nuova, la scarsa fluidità di manovra. I gialloblé sono bravi quando si tratta di fronteggiare un avversario che attacca, ma poco incline a proporre un proprio gioco quando tocca a loro fare la partita. Ma l’importante sono i tre punti e fin quando arrivano, tutto passa in secondo piano.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Forio, venerdì riapre l’Hub vaccinale di via Casale

Venerdì 18 giugno riprenderanno le attività della campagna vaccinale presso l’Hub di Forio (Palazzetto dello Sport in via Casale).Per...
- Advertisement -