fbpx

Eccellenza, dopo gara. Iervolino: «Ischia a testa alta. Questa sconfitta sarà utile»

L’allenatore dell’Ischia appare sereno nonostante la grande beffa

Must Read

Simone Vicidomini | L’Ischia torna dalla trasferta di Pozzuoli con una sconfitta immeritata. Una partita difficile che la squadra isolana aveva incanalato nel verso giusto, giocando un ottimo primo tempo. Ad inizio ripresa è arrivato il gol, giusto quanto meritato. Il tecnico dell’Ischia, Angelo Iervolino, appare tranquillo nonostante la beffa subita all’ultimo minuto, per giunta con un rigore letteralmente inventato dall’arbitro. «Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene – attacca Iervolino –. A fine partita parlavo con alcuni dirigenti della Puteolana e ho avuto i complimenti per l’ottima prima frazione giocata e per le quattro-cinque occasioni avute per sbloccare il risultato. I ragazzi hanno fatto la gara come l’avevamo preparata. Avevamo ben chiari gli spazi, di come prenderli e di come affrontare gli avversari. Nel secondo tempo, dopo essere andati in vantaggio, è ovvio che i granata sono corsi ai ripari mettendo tutta la batteria in campo dei top player».

C’è rammarico però nel finale per aver perso la partita in questo modo. Forse il risultato poteva essere gestito meglio? «E’ stata una partita dove usciamo a testa alta. Ho detto ai ragazzi di ingoiare questo boccone amaro e prendere questa sconfitta come motivazione per le prossime partite. C’è rammarico nel finale perché era una partita già fatta, già decisa sull’1-1 e quel rigore finale poteva essere assolutamente evitato. Il rammarico c’è soprattutto per come la gara è stata gestita dal direttore di gara. Una partita maschia dove l’arbitro ha fischiato poco a nostro favore e visto per come ha diretto la gara non penso che al novantacinquesimo si possa fischiare quel tipo di rigore», conclude Iervolino, confermando che anche dalla panchina si è visto quello che tutti hanno visto dalla tribuna.

MARRA: «ISCHIA DI LIVELLO» Al rigore decisivo siglato da Grezio, i granata festeggiano come se avessero vinto il campionato. L’Ischia era temuta, anche se non è l’Ischia della passata stagione. «Sapevamo che era una partita complicata, soprattutto dopo il vantaggio dell’Ischia – afferma a fine gara il tecnico locale, Sasà Marra –. Abbiamo affrontato una formazione di livello, con tanti buoni calciatori. Nella ripresa abbiamo pero dimostrato le nostre qualità con due gol importanti che ci permettono di fare un salto in classifica. Gli scontri diretti valgono doppio, quindi vincere oggi era fondamentale». Marra considera dunque l’Ischia una rivale diretta. Un complimento e per i gialloblù un invito a ripetere gare come quella di ieri al “Conte” di Arco Felice

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Tragedia. Uomo colto da malore, muore sulla strada di casa

Venerdì di dolore e di sgomento. La quiete della comunità isolana e della comunità di Casamicciola Terme, sono state...