fbpx

Eccellenza. Barano, così non ti salvi…

Must Read

Al “Gobbato” di Pomigliano arriva la terza sconfitta consecutiva del Barano che perde in casa del Napoli United che invece inanella il terzo successo interno stagionale (su altrettanti campi diversi!), risalendo la china. Aquilotti in balia dei “leoni” di Diego Maradona Jr praticamente dal primo all’ultimo minuto. L’unica nota positiva in casa bianconera, la quarta rete in campionato di Ivan De Stefano, arrivata nel finale di primo tempo. In pratica l’unico guizzo dei bianconeri che hanno avuto la fortuna di andare al riposo sul risultato di parità.

Nella ripresa il leitmotiv della gara non è cambiato: Napoli United padrone del campo, superiore sul piano tecnico ma anche fisico e atletico, capace di giocate precise e accelerazioni improvvise che hanno messo in crisi la retroguardia del Barano, poco protetta da un centrocampo non pervenuto. Rubino è rimasto troppo isolato e ha avuto solo una “mezza” opportunità a metà primo tempo.

Rarissime le conclusioni degli aquilotti verso i pali dell’ex Ischia Giordano, il quale per larghi tratti della gara ha fatto da spettatore. Un brutto passo indietro degli aquilotti che ritornano dalla doppia trasferta con zero punti e tanti interrogativi che andranno fugati in breve tempo perché di questo passo sarà impresa ardua centrare la salvezza.

LA PARTITA – Isidoro Di Meglio schiera Mocerino al fianco di Monti, Mennella A. e Matarese sulle corsie. In mediana Conte, Scritturale e Cerase, Antignano e De Stefano a sostegno della punta centrale Rubino. Il Napoli United rinuncia a Schinnea (espulso a Forio), lascia Barone Lumaga in panchina. In avanti Arrulo, Giordano e Navarrete vengono supportati da un centrocampo di sostanza ma anche qualità. I napoletani fanno subito capire le loro intenzioni sfiorando il gol con Navarrete, autore di un diagonale al cianuro che sibila vicinissimo al palo alla destra di Mennella. I “leoni” di casa spingono ma il Barano sembra poter tenere botta. Dal quarto d’ora in poi, dominio United. Mocerino salva su Giordano che ci prova da pochi passi a colpo sicuro.

Al 20’Navarrete si fa spazio per calciare dal limite: Mennella c’è e para. 3’ dopo Giordano conclude, c’è la respinta di un difensore del Barano, l’attaccante ci riprova sfiorando il palo. Il Napoli United continua a macinare gioco ma alla mezzora rischia quando in seguito ad un errato disimpegno difensivo, Cerase da posizione invitante spara alto. Al 34’ il gol dei napoletani: il neo entrato Barone Lumaga crossa dalla sinistra, Arrulo di testa batte Mennella che esita un po’ nel momento dell’uscita. I bianconeri accusano il colpo. Al 39’ Navarrete dal limite dell’area libera il destro che sorvola di poco la traversa. Nel recupero, un po’ a sorpresa, il Barano pareggia. De Stefano riceve sulla destra e lascia partire un preciso diagonale che fa secco Giordano.

La ripresa è senza storia e si apre con il Napoli United in avanti. All’11’ rasoiata dalla distanza di Navarrete e pallone nell’angolo: 2-1. Passano appena 2’ e la gara passa in archivio. Ciranna ci prova due volte, raccoglie un rimpallo e spedisce la sfera all’incrocio dei pali. Il Barano va in barca, non ne azzecca una e così al 17’ arriva il poker locale. Barone scambia con Giordano, i baranesi fanno le belle statuine e per l’esperto centrocampista insaccare è un gioco da ragazzi. Il neo entrato Fabio Mattera cerca di dare vivacità all’azione baranese ma ormai il Napoli United è in controllo. Non accade nulla fino al 42’ quando Navarrete, in sospetta posizione di off-side, s’invola tutto solo, elude l’intervento di Mennella e fa “manita”.


NAPOLI UNITED 5
BARANO 1

NAPOLI UNITED: Giordano D., Scheler, Akrapovic, Oliva, Samson (24’ st Pisacane), Ciranna (18’ st Calvanico), Arrulo, Minutella (32’ pt Barone Lumaga), Soprano (11’ st Medaglia), Giordano G. (18’ st De Marco), Navarrete. (In panchina Zaccaro, Perretti, Santoro, Di Gennaro). All. De Francesco (Maradona squalificato).
BARANO CALCIO: Mennella L., Mennella A.(30’ st Petrone), Matarese (18’ st Mattera F.), Conte N. (22’ st Cuomo), Mocerino, Monti, Antignano, Scritturale (24’ st Ruffo), Rubino, Cerase, De Stefano. (In panchina Castaldi, Miniello, Abbandonato, Pirone, Buono). All. Di Meglio.
ARBITRO: Tomei di Sapri (ass. Arcella di Frattamaggiore e Evangelista di Avellino).
MARCATORI: nel p.t. 34’ Arrulo, 46’ De Stefano; nel s.t. 10’ Navarrete, 13’ Ciranna, 17’ Barone Lumaga, 39’ 41 Navarrete.
NOTE: ammoniti Conte N., Minutella, Monti, Barone Lumaga, Petrone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Giuseppe è grave, resta al “Rizzoli” perché nessun ospedale napoletano lo accoglie

Il ventinovenne ischitano soffre di un sarcoma e di una patologia che gli provoca trombi a ripetizione che hanno colpito soprattutto le gambe, che sono aumentate di volume in modo preoccupante, e i polmoni. I genitori hanno smosso mari e monti per trasferire il proprio figlio al “Pascale” o altro ospedale napoletano, ma hanno ricevuto solo porte in faccia e silenzi. Gli avvocati che li rappresentano hanno sferrato una serie di diffide e messe in mora al direttore generale del “Pascale” e informando il presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca e il direttore generale nonché coordinatore sanitario Postiglione