martedì, Maggio 18, 2021

Eccellenza. Arcamone acciuffa il Real Forio all’88’

In primo piano

Pancrazio Arcamone | Al “Don Luigi Di Iorio” Barano e Real Forio fanno pari e patta al termine di novanta minuti sostanzialmente equilibrati. Un risultato di parità che non serve a nessuna delle due compagini, ormai quasi tagliate fuori dal prosieguo del campionato di Eccellenza, così come rimodulato alla ripresa post-Covid. Il 2-2 finale rispecchia fedelmente quanto fatto in campo. Primo tempo ad appannaggio del Forio che ha dominato quasi costantemente, favorito dai padroni di casa abbastanza impacciati. Tutt’ altro Barano nella ripresa. Mister Di Meglio ha apportato dei correttivi, sostituendo Manieri con Manzi, Rosi con Abbandonato, Matarese con Mainolfi e Cuomo con Pascarella. Sostituzioni che hanno cambiato il volto della squadra che ha iniziato ad avere sempre il pallino del gioco. Leo parte con la novità Migliaccio in attacco visto che Cantelli e Castaldi sono a mezzo servizio e partono dalla panchina. In difesa ritorna Lubrano, in mediana confermato Fiorentino. In casa Barano emergenza in difesa visto che, oltre a Monti, c’è Muscariello fermo ai box per infortunio.

LA PARTITA – Il Real Forio parte lancia in resta e già dopo nove minuti sfiora il gol con Migliaccio. L’attaccante ha sul destro la palla buona ma Marino non si fa sorprendere e ribatte in fallo laterale. Passa un minuto e Gianni Di Meglio è costretto a sostituire Scritturale. Il centrocampista, in uno scontro con un avversario, si infortuna e lascia il posto ad Errichiello. Ancora 3’ e il Real Forio passa in vantaggio, grazie a De Luise che su cross dalla sinistra con un imperioso stacco di testa batte imparabilmente Marino. Il Barano stenta a reagire, solo al ventesimo si affaccia dalle parti di Lamarra, ma Arcamone non riesce a capitalizzare l’assist di Iovene. Al 27’ sono sempre i padroni di casa a provarci, con i medesimi protagonisti: questa volta è Arcamone ad imbeccare Iovene ma il centrocampista offensivo in beata solitudine si fa rintuzzare da Mazzella la conclusione. Gli ospiti continuano ad esercitare un predominio territoriale, anche se raramente si affacciano dalle parti di Marino. Il solo De Luise mantiene in allerta la difesa dei bianconeri, ma l’attaccante, preso nella morsa tra De Simone ed Errichiello, raramente riesce ad essere pericoloso. Anzi, è proprio il Barano a creare qualche azione pericolosa approfittando degli ampi spazi a disposizione. Al 33’ in uno dei tanti contropiedi Maniero serve Iovene che, a sua volta, imbecca Arcamone. L’attaccante, autore di una prestazione eccellente, è bravo a controllare la sfera, ma altrettanto bravo Mazzella ad intuire e a ribattere in angolo. Due minuti più tardi Iovene scorge Lamarra fuori dai pali e con un tiro dal limite per poco non lo beffa: la palla va a stamparsi sulla traversa. L’estremo difensore poi è bravo a ribattere in angolo il tentativo di Matarese. Ci prova ancora il Barano al 39’, sempre con Arcamone, il quale sul secondo palo per poco non intercetta il cross di Conte. A quattro minuti dal termine il Forio trova il raddoppio grazie a Sirabella, bravo ad intercettare una ribattuta di Marino su conclusione velenosa di Migliaccio.

Si riprende e l’impressione è che il copione sia sempre lo stesso. Il Real Forio sfiora il bersaglio con Iacono su calcio franco dal limite. La palla termina fuori rasentando l’incrocio. Il Barano, con il trascorrere dei minuti, cresce vistosamente costringendo i cugini ad arroccarsi nella propria metà campo. Al 23’ il Barano accorcia le distanze con una conclusione in rovesciata di Matarese, al secondo sigillo nel giro di quattro giorni. Il Forio in pratica sparisce dalla scena. Al 38’ il solito Arcamone serve Tessitore che si trova a tu per tu con Lamarra, ma l’estremo difensore è strepitoso nel chiudere lo specchio della porta e salvare il risultato. Ma il gol è nell’aria e arriva a due minuti dal triplice fischio grazie ad Arcamone che con un tiro chirurgico dal limite manda la palla ad insaccarsi imparabilmente alla destra di Lamarra. Poi più nulla fino ai cinque minuti concessi dall’arbitro.

BARANO  2
REAL FORIO    2

BARANO: Marino, Rosi (13’ st Abbandonato), Manieri (1’ st Manzi), Conte, Cuomo (41’ st Pascarella), De Simone, Scritturale (10’ pt Errichiello), Tessitore, Arcamone, Matarese (35’ st Mainolfi), Iovene. (In panchina Castaldi, Buono, Di Iorio, Ruffo). All. Di Meglio.

REAL FORIO: Lamarra, Lubrano Lavadera, Annunziata, Capuano, Mazzella, Fiorentino (30’ st Chiaiese), Sirabella, De Luise (37’ st Di Meglio), Sorrentino (24’ st Cantelli), Migliaccio (19’ st Castaldi). (In panchina Pasero, Barbato, Cuomo, Aniceto, Veneziano). All. Leo.

ARBITRO: Palmieri di Avellino (ass. Martinelli di Castellammare e Frisuli di Ercolano).

MARCATORI: nel p.t. 13’ De Luise (R), 41’ Sirabella (R); nel s.t. 23’ Matarese (B), 43’ Arcamone (B).

NOTE: angoli 5-4 per il Barano. Ammoniti: Errichiello, Migliaccio, Arcamone, Tessitore, De Luise, Lubrano e l’allenatore Di Meglio del Barano.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Ultim’ora sul fronte abusivismo e demolizioni. Sospeso abbattimento a Napoli su ricorso dell’avvocato Bruno Molinaro

Quando l’ultimo filo di speranza era venuto meno e la disperazione aveva ormai preso il sopravvento, la Procura della...
- Advertisement -