E qui fu Carlo! | #4WD

4WARD today di Davide Conte di Giovedì 12 Dicembre 2019

0

Non capita mai che io scriva due giorni di fila dello stesso argomento. Ma martedì sera, poco dopo aver inviato il pezzo al Direttore, la mia previsione/auspicio sull’ormai imminente esonero di Ancelotti si concretizzò immediatamente, con tanto di comunicato stampa ufficiale della società.

I cori “Carlo Carlo” dei pochissimi tifosi presenti al San Paolo dopo il Genk, intonati all’intervallo e a fine gara quasi per esorcizzare ciò che tutti davano ormai per scontato, sono stati il prologo dei commenti e dei messaggi di addio letti un po’ ovunque nei due giorni successivi: disgustosamente mielosi quelli della SSC Napoli e degli stessi calciatori, insieme forza sinergica postasi contro un allenatore che ha svolto alla perfezione il suo più che deludente ruolo di uomo-azienda anziché dare al Napoli quella svolta che tutti ci aspettavamo da un par suo e che, alla fine, ha pagato la sfiducia dei suoi uomini (i mandanti) e l’agire consequenziale del Presidente De Laurentiis (l’esecutore); penosi, invece, quelli di molti tifosi, tuttora ancorati alle frasi fatte e al disfattismo tipico di chi non ha proprio di meglio da fare, al pari di quelli di altrettanti giornalisti nazionali che dopo aver messo (giustamente) alla berlina il Napoli, il suo allenatore e il momentaccio in corso, oggi sono pronti a tessere le lodi del neo-trombato secondo la logica “morto il re, viva il re”.

Era “appena” il 10 ottobre quando pubblicai il mio editoriale “Ancelotti non mi piace più”! Da allora le cose sono andate sempre peggio e oggi, sebbene inutile in assenza di almeno due acquisti a gennaio che rinforzino centrocampo, attacco e ed entusiasmo, credo che il suo esonero abbia rappresentato un atto dovuto per la società, ma soprattutto una soddisfazione per quei tifosi di buona volontà che, con il fascino del suo blasone calcistico, l’ormai ex allenatore del Napoli ha saputo prendere in giro per poi pagarne le conseguenze a mo’ di boomerang.

Buona fortuna, deludentissimo Carlo!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui