fbpx

Dottore, titolo e merito |#4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 30 settembre 2021

Must Read

La gag in tivù tra l’ex premier Giuseppe Conte e la giornalista Ilaria D’Amico in cui quest’ultima, chiamata più volte impropriamente “dottoressa” nel corso della trasmissione di Floris, ha rintuzzato il suo interlocutore ricordandogli che “non sono dottoressa, non ho mai preso la laurea”, mi ha riportato alla mente una serie di episodi che, in modo diverso tra loro, pongono in evidenza la questione titolo-merito.

Il compianto prof. Mario Parente, docente di inglese alla Facoltà di Economia e Commercio della Federico II e appassionato quanto competente cacciatore, quando mi sentì rispondere ad un poliziotto allo stesso modo della bella Ilaria con Giuseppi, mi rimproverò poi in separata sede dicendomi: “Non devi mai deludere le aspettative di chi ti attribuisce un titolo, perché per lui lo meriti”.

L’Avvocato Gennaro Lepre, ottimo penalista del Foro di Napoli, conoscendoci in una sessione di studio e sentendomi rispondere alla domanda del suo collaboratore “Che titolo le segno nella scheda, dottore?” con il più classico dei “Signore va bene, sono un semplice ragioniere”, pensò di rimuovermi dall’imbarazzo con molta ironia: “Signor Conte, le assicuro che SIGNORE è un complimento per pochi; per il DOTTORE, a volte basta solo una mazzetta di un euro a un parcheggiatore abusivo”.

Per quel che mi riguarda, terminata la maturità e il militare in Marina, aprii subito la mia attività e la laurea rimase gioco forza una delle mie incompiute; fino a quando, a quarantadue anni suonati, pensai che si trattasse ancora di uno sforzo alla mia portata, intraprendendo e concludendo con successo gli studi in scienze della comunicazione studiando nottetempo. Devo anche dire, però, che fino ad allora, a parte qualche incarico mancato per la laurea presente tra i requisiti a pena di esclusione, il mio percorso di vita è andato avanti benone anche senza. Ma mi chiedo: perché il confine tra titolo e merito resta tuttora sottilissimo, quasi come quell’ambita pergamena?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Vax contro No Vax. Figuraccia green pass a Lacco Ameno

Il funzionario si infetta, il comune resta chiuso fino a dopo i morti e l’opposizione prova a fare lo sgambetto al governo Pascale. La replica del responsabile pro tempore al personale è una lezioncina sulla privacy: è bastato un copia e incolla della legge e delle note del garante