Doppio scontro con il Napoli. La Juventus sceglie Ischia come base

10

La notizia era nell’aria da tempo, stava girando sulle bocche speranzose dei supporters bianconeri dell’isola e finalmente adesso, grazie ai nostri insider all’interno delle strutture alberghiere, noi de “Il Dispari” possiamo darvene l’ufficialità: la Juventus trascorrerà ad Ischia i le 4 notti in cui sarà impegnata nelle due sfide allo Stadio San Paolo contro il Napoli.

La location scelta dallo staff torinese è quella del “Regina Isabella” che metterà a disposizione anche le suites del “Royal Sporting” per fronteggiare alla richiesta mantenuta top secret fino a ieri.

Inizialmente circa una settimana fa c’era stata già una piccola fuga di notizie secondo la quale ci sarebbe stata la possibilità per i rivali del Napoli di alloggiare al Manzi, la cui struttura però ancora non è pronta per accogliere ospiti (e che ospiti) in quanto dovrebbe riaprire i battenti domenica 9.

Naturalmente il serio Giancarlo Carriero del Regina Isabella, da noi contattato, si cela dietro un “no comment” d’ordinanza ribadendo che la privacy di tutti i loro clienti viene rispettata, indifferentemente da chi siano o cosa rappresentino.

Però ormai i giochi sembrano essere fatti e stasera ne avremo la certezza: all’ aeroporto di Capodichino atterrerà verso le 19 l’aereo con la squadra e da lì grazie ad uno sforzo logistico non indifferente, 2 elicotteri trasporteranno in 3 sessioni di volo tutti i 35 membri dello staff tra calciatori e dirigenti fino all’ eliporto di Lacco Ameno, da dove ripartiranno 2 ore prima di ogni match.

Esclusi quindi i collegamenti marittimi che esporrebbero la compagine campione d’ Italia a più rischi del dovuto, non ultimi anche quelli metereologici.

Domenica mattina, infatti, è prevista una rifinitura allo stadio “Mazzella”, idem Mercoledì mattina, oltre agli allenamenti di Lunedì e Martedì. Imponente il servizio di sicurezza sia della Polizia di Stato che coordina i movimenti con il vicequestore aggiunto Alberto Mannelli che di istituti privati atti a garantire la dovuta tranquillità ai calciatori per evitare di essere oggetto di improperi degli avversari e di troppa affettuosità dei numerosi fan juventini dell’isola.

Motivazioni che si sono rivelate fondamentali per scegliere Ischia come quartier generale per affrontare il doppio impegno di campionato e Coppa Italia senza dover ripartire alla volta di Torino; gli ispettori della Juventus sono stati felici di constatare nei sopralluoghi effettuati nell’ultimo mese, come le strutture, la conformazione e l’ ambiente dell’isola d’Ischia offrissero un confortevole riparo dai troppi veleni che stanno accompagnando questo doppio impegno che per molti sembra non essere solo calcistico, ma identificativo della passione di un popolo intero.

Siamo sicuri che la nostra proverbiale accoglienza unita alla popolarità della squadra piemontese, fungerà da enorme pubblicità per tutto il nostro turismo, che così come successe per il giro d’Italia, esporterà cartoline e scorci dell’ isola su tutti i canali, soprattutto social.

Non c’è che dire, davvero un bel modo di iniziare il mese di Aprile.

10 Commenti

  1. Sarebbe bello se fosse cosi, ma è un semplice pesce d’aprile.Dopo la probabile vittoria della JUVE al S.Paolo la squadra penso che ritornerà a Torino.Saluti.

  2. Notizia che mi lascia al quanto scettico,con tutti gli alberghi che ci sono in costiera perché dovrebbero sobbarcarsi una trasferta in elicottero fino ad Ischia con addirittura 3 atterraggi,va be che questi rubano ma sprecare soldi in questo modo è quanto meno assurdo.comunque forza Napoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui