fbpx

#dopogaraEccellenza Iervolino: Partita dominata, vittoria giusta

DOPO GARA | L’ALLENATORE AL 91’ ESALTA LA PROVA SOPRATTUTTO DEI PIÙ GIOVANI

Must Read

SIMONE VICIDOMINI | Al triplice fischio, i gialloblù vanno a festeggiare nei pressi del settore ospiti, occupato da circa trenta, irriducibili tifosi che non hanno voluto perdersi la prima trasferta stagionale (uscendo dal “Simpatia” sotto la consueta quanto stucchevole pioggia di insulti degli ultras biancazzurri). Angelo Iervolino è soddisfatto per il risultato, della reazione dei suoi che si stavano complicando la vita dopo quel calcio di rigore regalato alla Napoli Nord.

«Nel primo tempo a mio avviso abbiamo stradominato, costruendo almeno sette-otto palle-gol, conclusioni che non sono state concretizzate – esordisce Iervolino –. Ce la siamo complicata noi, perché capitalizzandone almeno due, poi sarebbe stata tutt’altra partita, con un secondo tempo più scorrevole. Ai ragazzi nell’intervallo ho detto che dovevamo stare attenti benché stavamo dominando, è bastata una piccola disattenzione con l’infortunio di Di Chiara che ci può stare. Anche da questo passano le nostre vittorie. Siamo stati bravi a riprendere la partita, ribaltandola. C’è stata una reazione da grande squadra. Secondo me le squadre che riescono a ribaltare una partita sono delle grandi squadre».

Partita ribaltata da due under…
«I giovani oggi ci hanno spianato la strada, a maggior ragione danno forza al progetto del presidente, progetto che vogliamo intraprendere con gli isolani e che può rappresentare un’arma a nostro favore. Per adesso e per il futuro. Tutti gli under stanno facendo bene – sottolinea Iervolino –. Già in coppa Invernini quando è entrato in campo è andato a segno, così come Anthony Di Meglio, alla sua seconda rete consecutiva. Siamo contenti per loro».

Viste le tante assenze, era importante portare a casa i tre punti.
«Era fondamentale partire col piede giusto. I meccanismi col tempo miglioreranno, soprattutto con le partite perché l’allenamento è sì importante ma poi quando vai in campo la domenica hai la cartina di tornasole per verificare la situazione. Le partite saranno importanti per verificare lo stato di crescita».

Gli under possono essere un’arma in più di questa Ischia? «Assolutamente, non quest’anno ma in generale, gli under sono armi in più. Quando sono bravi, hanno qualità, è come se inserissi un over chei dà tanto sotto tutti i punti di vista. Oggi è andata bene con Luigi ed Anthony che sono andati in gol, ma anche gli altri non sono stati da meno come il 2004 Matteo Arcamone che quando è entrato ha fatto la sua parte. E’ importante è che abbiano fiducia, anche dei compagni più grandi che li stanno mettendo sotto chioccia».

Cibelli ancora una volta a centrocampo, pe esigenze tecniche viste le assenze. Iervolino non ha pensato di avanzarlo quando la partita si stava complicando? «Non ho pensato a questa soluzione, inserendo Filosa con un 4-2-3-1 con Castagna prima punta e il neo entrato che gli girava intorno. Da Arcamone e Cibelli – spiega il tecnico gialloblù – cercavo smistamento palla sugli esterni per poi andare sugli attaccanti». Domani si riprende a lavorare. Domenica bisogna replicare contro l’Ercolanese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

E’ morto mons. Regine, la chiesa di Ischia perde un suo pilastro

A 93 anni, Don Giuseppe Regine, parroco della Chiesa di San Vito è deceduto. Un lutto che colpisce l'intera...