Dopo la convalida torna libero l’aggressore del poliziotto

Il processo per direttissima ad Ernesto Morra proseguirà nei prossimi giorni

0

Convalidato l’arresto e rimesso in libertà. E’ questa la decisione del giudice del tribunale di Napoli che si occuperà delle accuse rivolte ad Ernesto Morra, il ventisettenne accusato di aver aggredito e malmenato un funzionario di Polizia per futili motivi (aveva “cacciato” dalla spiaggia libera un gruppo di ragazzi che giocavano a pallone arrecando disturbo, tra i quali il figlio del Morra) e successivamente bloccato dagli uomini del commissariato di Ischia che lo hanno condotto, su disposizione del pm di turno agli affari penali, dinanzi al tribunale per essere giudicato con rito per direttissima. La sentenza non è stata emessa proprio su istanza del suo difensore di fiducia, che ha chiesto i termini a difesa. Il giudice ha quindi rinviato l’udienza ai prossimi giorni, quando saranno ascoltati alcuni agenti della Polizia di Stato intervenuti in via Enea ad Ischia.

Il padre di Ernesto Morra, Eduardo, è attualmente detenuto in carcere perché accusato dell’omicidio di Gennaro Pandolfi. Un episodio camorristico che risale al 18 maggio del 1990.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui