fbpx

Dopo il voto. Cesare il confuso. La mazzata elettorale lo ha mandato in tilt o è solo ipocrisia?

Must Read

Ci sono storie che vanno raccontate per intero.

Ieri mattina ho letto due dichiarazioni di Cesare Mattera sul post voto di Serrara Fontana. E, con mio dispiacere, devo prendere atto che, sempre di più, siamo una comunità ipocrita, falsa e che persegue i propri singoli interessi senza mai, però, prendere atto di quello che accade.

In oltre 291, hanno messo “mi piace” al post del sindaco sconfitto che scrive queste parole sul proprio profilo facebook: “Buongiorno a tutti, vorrei ringraziare i cittadini che hanno sostenuto me e la mia squadra. Ringrazio anche chi non ci ha votato so che comunque vi sono nel cuore. Insieme ai nostri eletti continueremo a lavorare per la nostra Serrara Fontana. Inoltre i miei complimenti al nuovo Sindaco Irene Iacono, le auguro di poter svolgere un ottimo lavoro, nell’interesse di tutti noi. Buona giornata. Il vostro amico Cesare Mattera.”

Un post scritto dallo spin doctor, forse ne era avanzato qualcuno nel conto.  Tra cuori e applausi, c’è chi, però, riporta alla realtà Cesare e commenta: “Azz…a fine campagna, dopo aver spalato merda sugli avversari ed aver perso clamorosamente…fate anche gli “sportivi”…non è mia abitudine immischiarmi in dibattiti politici! I social è mia abitudine usarli per cazzeggiare…ma davvero l’ipocrisia non ha né limiti né confini”

Però, attenzione, bisogna leggere un’altra dichiarazione di Cesare Mattera. Questa volta più reale, più vera. Quella che rientra più nel personaggio e che non è filtrato dall’azione dello spin doctor che ha tirato fuori un post lontano dal vero volto di Cesare.

A Il Golfo di ieri mattina è sempre Cesare Mattera che parla: «Ha prevalso la logica clientelare. Ha vinto il clientelismo, l’onestà è stata buttata nel cestino». E poi ha aggiunto: «La politica è diventata una questione di vendere o comprare, una merce per il miglior offerente. Sono completamente cancellati i valori di una volta, l’onestà, la lealtà, l’altruismo. Si punta al tirare a campare, con una politica di piccolo cabotaggio, dei piccoli favori. Accetto la volontà del popolo, che è sovrano, ma ripeto, ha vinto la politica clientelare, non quella onesta».

Per Cesare 1241 cittadini di Serrara Fontana sono disonesti e, soprattutto, Irene Iacono è rappresentante di una politica clientelare, disonesta, di piccolo cabotaggio e dei piccoli favori.

C’è una sorta di contraddizione in termini. Cesare augura a Irene “di poter svolgere un ottimo lavoro, nell’interesse di tutti noi” o di essere un politico che applica una politica “clientelare, disonesta, di piccolo cabotaggio e dei piccoli favori”?

La botta è stata forte. La mazzata elettorale lo ha mandato in tilt.

3 Commenti

  1. Dopo il voto. Cesare il confuso. La mazzata elettorale lo ha mandato in tilt o è solo ipocrisia?
    Gaetano,ormai siete assuefatti al puzzo del compromesso,allo scambio dei favori,alla spintarella. alla agevolazioni, agli incarichi ai parenti, agli amici degli amici,ecc,ormai oggi prassi consolidate e pura normalità dei nostri tempi.
    Conosco Cesare da sempre da quando da ragazzo giocavo giù alla parrocchia,Cesare oggi come allora indossa gli stessi abiti, abita negli stessi pochi metri quadrati di casetta, ha la stessa auto e motozappa .E’ PULITO e nella politica è cosa rara essere PULITI.

  2. un detto dice: le migliori parole sono quelle che non si dicono.
    Da cittadino, visto che cesare ha fatto parte insieme a parte dei vincitori di un governo precedente, accusando quelli che hanno vinto, forse accusa se stesso? La politica da sempre un certo potere, ma definire che ha vinto la politica clientelare significa non poter credere più in niente e nessuno.
    Per rispondere a Peppino, dico che tanti che si professano comunisti, girano in macchina come capitalisti e molti ricchi per sembrare nullatenenti, girano con un rottame di macchina. Buona giornata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Tragedia. Uomo colto da malore, muore sulla strada di casa

Venerdì di dolore e di sgomento. La quiete della comunità isolana e della comunità di Casamicciola Terme, sono state...