fbpx

Donna trovata in casa senza vita: è giallo. Si indaga sulle cause della morte

Gli inquirenti battono tutte le piste, non è escluso il gesto estremo. Aveva piccole ferite e tracce di sangue vicine al corpo. Originaria dell’Est Europa ma trapiantata in Italia da anni è stata trovata morta nella mattinata di ieri dal marito rientrato da Napoli.

Must Read

Ida Trofa | Una donna è stata trovata morta nella mattina di ieri, luned’ 2 luglio, all’interno del suo appartamento in zona La Sentinella a Casamicciola Terme, in via Castanito. Secondo le prime informazioni la donna, non molto in là negli anni, badante, era in casa a terra senza vita e presentava tracce di sangue vicino al corpo e piccoli tagli, non molto evidenti, ma comunque sospetti. Il decesso probabilmente risale a qualche ora prima. Per questo motivo la Polizia, che ha avviato subito le indagini, al momento non esclude alcuna ipotesi. A trovare il corpo della donna, originaria dell’Est Europa, ma trapiantata in Italia da tempo, è stato il marito rientrato da Napoli, per ricongiungersi con sua moglie nella loro abitazione isolana. Sono stati i vigili urbani di Casamicciola Terme diretti dal comandante Giovanni Mattera ad intervenire per dare sostegno all’uomo che, dopo il ritrovamento del cadavere, è sceso in strada per chiedere aiuto non riuscendo a chiedere l’intervento via telefono del 112. Immediatamente gli uomini del Comandante Mattera hanno effettuato il primo accesso presso l’abitazione allertando prima i Carabinieri, nel frattempo impegnati in un altro intervento di morte in solitudine, e poi la Polizia di Stato che ora procede nell’inchiesta. Si indaga a 360 gradi, senza escludere alcuna ipotesi:
Gli inquirenti battono tutte le piste. Non è escluso il gesto estremo: aveva piccole ferite e tracce di sangue vicine al corpo. Il cadavere era ormai livido e presentava piccoli tagli. La morte non risalirebbe a molto tempo prima del rinvenimento.

La Polizia di Stato ha avviato subito le indagini, dopo le richieste di intervento al 112. Al momento nulla viene lasciato al caso
La piccole ferite e il liquido ematico sembrerebbero compatibili con un possibile tentativo di suicidio, anche se dovrà essere la scientifica ed i medici legali a stabilirlo. Ferite autoprocurate. Sempre da quanto appreso da fonti ufficiali la donna da tempo teneva una vita molti riservata e amava ascoltare anche con un volume alto una musica dal ritmo malinconico e greve, tanto da aver trasmesso lo stesso sentimento di solitudine a quanti lavoravano e vivendo costantemente vicino alla abitazione della donna. “Una musica che metteva malinconia e tristezza” ci raccontano alcuni testimoni sul luogo dell a tragedia.

I vicini di casa e i lavoratori della zona non vedevano la donna da giorni ma sentivano la musica
I vicini di casa non vedevano la signora, ma sentivano la musica provenire dall’abitazione dove la signora, non molto in la negli anni, è stata rivenuta cadavere. Secondo le prime informazioni, la signora abitava in quella casa da alcuni anni con suo marito che frequentemente si spostava in terraferma. Dopo l’intervento dei Vigili e l’immediato arrivo della Polizia di Stato, sul posto sono giunte anche due ambulanze del 118 e successivamente, quando il medico dell’ambulanza ha dichiarato il sospetto che potesse non trattarsi di morte naturale.

I soccorritori non hanno potuto far altro che constatare il decesso
Sul posto sono intervenuti oltre alle forze dell’ordine, gli operatori sanitari inviati dal 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso della signora e la Polizia Scientifica. In corso esami e approfondimenti per fare chiarezza in merito a quanto accaduto e a stabilire con esattezza quali siano state le cause che hanno portato a questo drammatico decesso. Con la Polizia Scientifica impegnata nei rilievi e le indagini del caso, il PM incaricato ha disposto l’intervento di rito del medico legale ed infine è stata richiesta l’esecuzione dell’autopsia tesa a fare chiarezza sulle reali cause della morte . Il corpo, sarà trasferito presso la sezione di anatomopatologia del II Policlinico di Napoli e solo nelle prossime ore il giallo della donna morta ritrovata a Casamicciola potrà essere chiarito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

E’ morto mons. Regine, la chiesa di Ischia perde un suo pilastro

A 93 anni, Don Giuseppe Regine, parroco della Chiesa di San Vito è deceduto. Un lutto che colpisce l'intera...