Dirigenti a Lacco Ameno, il senatore rilancia: «Altro che accuse infondate, le indennità ai dirigenti sono scandalose!»

0

Ugo De Rosa | La campagna elettorale di Lacco Ameno si arricchisce della polemica tra il sindacato DICCAP e il candidato sindaco Domenico De Siano. E se l’organizzazione sindacale ha replicato con una nota a quelle che definisce «gravi ed infondate accuse», da parte sua De Siano continua a sostenere la sua tesi. Allora gli abbiamo posto alcune domande per meglio illustrare la sua posizione.

Senatore, al sindacato non sono piaciute le sue parole tanto che ha replicato con una nota molto dura…
«Noto con piacere – ci ha detto Domenico De Siano – che all’interno del palazzo comunale di Lacco Ameno si è creato un microclima da “Estate tutto l’anno”, i funzionari percepiscono laute indennità a carico del bilancio comunale sulle spalle dei cittadini chiamati a pagare corpose imposte nonostante il chiaro ed evidente periodo di crisi. Quello che meraviglia non è tanto il fatto in sé, quanto piuttosto l’arroganza e la sfrontatezza della reazione alla mia denuncia».

Ovvero? Si speghi meglio…
«Con la sua nota il sindacato DICCAP prende posizione a difesa dell’indifendibile, ma l’operato dell’Amministrazione è incongruo, illogico e contraddittorio privo di qualsiasi criterio di proporzionalità e sicuramente meritevole di attenzione da parte degli organi di vigilanza. Mi spiego. Il CCNL dei dipendenti pubblici prevede la corresponsione di una indennità di posizione organizzativa che va da un minimo di euro 5000 ad un massimo di euro 16.000. La parametrazione viene effettuata sulla base del grado di responsabilità affidate alla posizione, l’ammontare delle somme gestite, numero di abitanti, formazione richiesta, esperienza maturata nella pubblica amministrazione ecc.»

Invece a Lacco Ameno cosa è successo?
«Con recentissima deliberazione del 29/06/2020 il Commissario Straordinario approva il nuovo regolamento per la pesatura e graduazione delle posizioni organizzative.
Lo stesso Commissario Straordinario in data 07/8/2020 modifica la struttura dell’Ente riducendo mediante accorpamenti le posizioni organizzative da sette a cinque. In data 10/08/2020 ancora il Commissario Straordinario, con i poteri della giunta, approva le proposte di pesatura e graduazione delle posizioni organizzative riconoscendo, senza pudore, a ciascuno dei dipendenti, quasi tutti di recente assunzione, indennità di posizione per importi massimi o prossimi al massimo. Avrebbe dovuto indire un concorso interno, come per legge, ma non lo fa».

Tanti soldoni a pochi dirigenti…
«Le indennità riconosciute dal Commissario sono generose come mai nella storia di questo Comune. E non si riscontra nulla di simile in tutti gli altri comuni dell’isola, anche quelli più grossi. Basti pensare che il responsabile dell’Ufficio di Piano, ufficio dedicato all’assistenza sociale che svolge le attività di gestione per conto dei sei comuni dell’isola d’Ischia più quello di Procida, percepisce un’indennità di posizione inferiore a 15.000,00 Euro».

Ma di certo l’Ente non ha tante risorse da sperperare. Non è così?
«Infatti. Si tenga conto inoltre che il Comune non ha ancora chiuso la procedura di dissesto finanziario».

Una situazione paradossale…
«Ma vi è di più. A soli dieci giorni dalle elezioni, il Commissario Straordinario, affida, senza concorso interno, posizioni organizzative a funzionari per 1 anno, dal settembre 2020 al settembre 2021, arrogandosi prerogative proprie del sindaco e condizionando il lavoro della futura amministrazione.
Che tristezza».

Domani sera comizio in piazza. de siano: “facciamo chiarezza su porto e terremoto”
Sabato sera, a partire dalle ore 20.00, si terrà il comizio della lista civica “Sempre per Lacco Ameno” a Piazza Santa Restituita. E, sicuramente, sarà un nuovo momento molto atteso anche perchè De Siano è atteso in piazza per parlare di porto e terremoto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui