fbpx

Dionigi Gaudioso: “Provo il doppio centro: sindaco e Città Metropolitana”

Un gruppo di amici da Napoli, parlo del gruppo Fiola Manfredi, stanno chiedendo questa candidatura. E’ un ambiente che già conosco, questo momento è molto importante, poi la fortuna è che sindaco della città è diventato Gaetano Manfredi che dovrebbe essere amico di Barano per tutta una serie di motivazioni. Quindi mi stanno chiedendo di aderire e penso che ci sarà questa candidatura

Must Read

Questo 2022 che sta iniziando è, per Barano ,un anno importante in quanto sarà l’anno della nuova Piedimonte, della nuova chiesa Baldino, dei nuovi Maronti, del nuovo Municipio e di tanti interventi che arriveranno a compimento e che saranno, comunque, una tappa importante, un giro di boa importante per l’amministrazione…

“Va detto, in verità, – precisa subito il Sindaco Dionigi Gaudioso – che quello di Olmitello è un intervento storico e veramente importante. A brevissimo inizieranno altri due interventi all’interno di Olmitello e colgo l’occasione per dire che in questi giorni sto interloquendo anche con i vertici regionali per il problema che del costone dei Maronti e della spiaggia: il problema di Cavascura, per intenderci. Nella prossima settimana vi sarà in sopralluogo – annuncia il primo cittadino – e conto di mettere i puntiti sulle “i” anche con la Regione perché chi deve intervenire si deve assumere le proprie responsabilità al di la dei ruoli. Ognuno deve fare il proprio lavoro.”

Sindaco, molte di queste opere sono sotto gli occhi di tutti. E, se alcune di esse magari “provengono” dalle Amministrazioni precedenti, molte sono nate e vissute con la tua Amministrazione, come per esempio il parcheggio di Piedimonte.

Ma credo che ci saranno anche altri interventi, che vedremo a breve, come l’adeguamento dell’area giochi nella pineta di Fiaiano e la riforestazione. “Secondo me – attacca il Sindaco – quella della riforestazione è stato forse il più importante. Andremo ad intervenire sul polmone verde non solo di Fiaiano ma dell’intera isola e questo è molto importante anche per coloro che maggiormente la frequentano: penso ai giovani ed ai bambini. La gara deve partire subito, ma poi stabiliremo assieme ai tecnici ed in particolare all’agronomo (il dott. Franco Mattera, ndr), nonché con la ditta vincitrice, il periodo migliore per fare le piantumazioni, anche in base al clima ed al tempo. Per quanto riguarda il parco giochi – aggiunge – non ci sono problemi di sorta: a breve verrà affidato questo intervento di ripavimentazione dell’intero parco giochi, che quindi sarà fruibile ai bambini in modo corretto e senza pericoli. Poi abbiamo in cantiere anche altri interventi: stiamo gli spogliatoi al campo sportivo “Di Iorio”, perché quelli esistenti non erano più sufficienti ad ospitare tutti i fruitori della struttura (tanti bambini e ragazzi). Grazie ad un altro finanziamento andremo a rafforzare le dotazioni della Polizia municipale, con una nuova macchina, dei motocicli ed altre attrezzature”.

Finalmente anche gli interventi a Matarace vedranno la luce.

“Quela di non far partire i lavori a Matarace è una scelta voluta e dovuta al fatto che già abbiamo questo grosso cantiere nella piazza. Terminata la piazza, subito interverremo su Matarace. Mentre un altro intervento a cui tengo particolarmente è quello sui sentieri: a giorni partirà il lavoro, già appaltato, prima su Buceto (dove vi è stato il cedimento di un muro), per poi ripristinare il collegamento c’è tra Cesa-Cantariello e via Belvedere che è un percorso storico. Abbiamo già dato mandato alla ditta e al direttore dei lavori di iniziare subito questi due interventi” rivela.

Questi sono i tratti salienti del territorio di Barano. C’è qualcuno che invece riguarda un po’ tutta l’isola. Mi riferisco al ponte di Buonopane. C’è stata una restrizione della Città Metropolitana, il Comune ha seguito le indicazioni riducendo il tonnellaggio sia dei mezzi che delle circolari, ma lì c’è un progetto da realizzare insieme alla Città Metropolitana stessa.

“Mi sono interfacciato più volte con la Città Metropolitana – conferma il Sindaco Baranese – che ha preparato questo progetto di puntellamento provvisorio del ponte. Il progetto è stato mandato alla Soprintendenza e siamo in attesa di risposta. Questo è un progetto provvisorio, per far sì che il ponte possa sostenere le 16 tonnellate, quindi in modo che i pullman dell’EAV possano passare di nuovo. Per quanto riguarda il progetto definitivo – spiega – c’è un interlocuzione tra la Città Metropolitana e altri enti, sono andato più volte in Sopraintendenza per cercare di trovare una soluzione definitiva di rafforzamento del ponte. Diciamo che questa è ancora un’ipotesi e non c’è ancora il progetto sulla carta. Mentre un’altra operazione che è stata conclusa – continua Gaudioso – è quella del marciapiede ai Maronti: ho fatto un grande lavoro insieme all’allora consigliere, devo ricordare, Raffaele Cacciapuoti e anche all’ingegnere Sarno. C’è un finanziamento di oltre 3 milioni, quasi 3 milioni e duecentomila euro, per l’esattezza. La Città Metropolitana sta per appaltare il lavoro“.

Gaudioso entra quindi nei dettagli: “Sono stato proprio in questi giorni con l’ingegnere Sarno per capire come procede ed è tutto pronto, stanno per bandire la gara – conferma -. Verranno fatti dei marciapiede a sbalzo: tutti sanpietrini, partendo dal Belvedere prima del “Paradise” per poi arrivare fino a giù, così da creare una passeggiata vera per i cittadini, non solo di Barano, ma dell’intera Isola e poi a fianco si parcheggia anche la macchina, quindi non verrà tolto niente, ma in aggiunta ci sarà questo percorso visto che oggi i marciapiedi non vengono usati come si dovrebbe bensì vengono usati in modo anomalo come parcheggio. Si migliorerà tutta la fascia costiera grazie a questo intervento molto importante scaturito dall’interlocuzione avuta da me con la Città Metropolitana”.

Mi verrebbe da dire quasi: il primo amore, non si scorda mai… Il 20 febbraio si vota per l’elezione del Consiglio metropolitano: alcuni rumors ti davano per eletto. Sei candidato? Ci sarà la tua partecipazione? C’è un gruppo di amici che ha richiesto la tua candidatura?

“Un gruppo di amici da Napoli, parlo del gruppo Fiola Manfredi, sta chiedendo questa candidatura. E’ un ambiente che già conosco – afferma Gaudioso – questo momento è molto importante, poi la fortuna è che Sindaco della città di Napoli è diventato Gaetano Manfredi che dovrebbe essere amico di Barano per tutta una serie di motivazioni. Quindi mi stanno chiedendo di aderire e penso che ci sarà questa candidatura.”

Passiamo un po’ a quelle che sono le problematiche isolane. Dopo tanto tempo all’EVI c’è stata questa rivoluzione, che almeno noi de “Il Dispari” invocavamo da tanto tempo, c’è stato questo cambio. Tu, comunque sei stato uno dei protagonisti di questa rivoluzione: è uscito di scena Pierluca Ghirelli, c’è questa nuova direzione del CISI, quale è il punto della situazione e il futuro del consorzio che gestisce l’acqua?

“Il futuro deve essere gestito sempre a Ischia. Questo è chiaro. Abbiamo cercato di difendere i dipendenti, non ci saranno ripercussioni o problemi nei confronti di questi. E’ chiaro, io ogni 5 anni mi devo candidare, non è che qualcuno può pensare di aver avuto il posto a vita, diciamo come liquidatore o gestione. Probabilmente aveva fatto il suo tempo, aveva fatto bene nel passato Ghirelli, ma poi abbiamo deciso di cambiare. Anche perché poi l’EVI non si può staccare dalle amministrazioni, non è un ente a parte, quindi dipende dai sindaci e dalle amministrazioni, quindi nel momento in cui sono responsabile anche dell’EVI, abbiamo deciso di svoltare. Quindi tutti d’accordo, penso di aver messo un professionista che dava garanzia a tutti. E ritengo che piano piano già sta facendo un buon lavoro. Sono fiducioso che si possono migliorare tante cose nelle sfide future. L’EVI costituisce un ente molto importante che deve servire veramente ai comuni, non solo per l’acqua ma anche per la depurazione, cercando di risolvere problemi storici che abbiamo sull’isola”.

A proposito di depurazione, tu hai avuto spesso dei freni da parte della dirigenza EVI, uno su tutti il caso di via Piano e depuratore di Piedimonte che ancora attendiamo che funzioni.

“Ultimamente ho avuto l’aiuto da parte dell’EVI: anzi, ringrazio l’Ingegner Franco Trani e tutto il gruppo che ha partecipato in modo significativo ad un progetto che verrà finanziato con i fondi DUPIM e che sbloccherà questo problema storico di allagamenti di via Piano, ma servirà anche per mettere in funzione il depuratore. Bisogna ancora fare un’attivazione (quindi delle spese) ma penso che, tutto sommato, grazie all’intervento finale dell’EVI, potrà partire dal momento sarà finanziato coi fondi DUPIM del Ministero”.

Tu sei stato protagonista, insieme a pochi privati come Ambrosino e altri, di un’azione importante contro la Traspemar, che vi ha visti vincitori davanti all’Antitrust per la rottura del Consorzio per la gestione dei trasporti rifiuti speciali via mare. Poi hai provato ad affidare il servizio con un bando pubblico attraverso il Cisi. Che fine ha fatto questo bando?

“Non si è arenato. Penso che a breve, dal momento in cui il CISI si avvia ad uscire dalla liquidazione, potrà procedere. E’ già previsto dall’oggetto sociale che il Cisi possa fare questo affidamento. Su questo argomento veramente siamo tutti e sei d’accordo. Non so se in futuro ci sarà anche Procida, ma noi partiremo – conferma Gaudioso -. Abbiamo fatto i conti, ha fatto un grande lavoro anche il Comandante Ivo Iacono, quindi appena si uscirà dalla liquidazione si partirà non questa gara.”

Anno 2022: le elezioni nel comune di Ischia… Tu che sei il garante, anzi no il padre politico dell’amministrazione di Ischia, che pensi?

Assolutamente io sono un cittadino che ogni tanto passa nel comune di Ischia, ma io per il 2022 ho già altri impegni, perché faccio il sindaco a Barano e qui abbiamo le elezioni”.

Volevo arrivare piano piano alla tua ricandidatura, che non diamo per scontato, ma era più interessante sapere le tue intese con Ischia dove tu sei stato artefice di questa grande “pace”.

“Assolutamente io non riesco a incidere sul comune di Ischia. Lì abbiamo politici molto esperti – puntualizza il Sindaco baranese – quindi non è che hanno bisogno di Dionigi Gaudioso. Sanno cosa devono fare e sono amici, questo non posso negarlo. Abbiamo fatto cose buone insieme, ma io sono interessato alla candidatura a Barano”.

Parliamo dell’emergenza Covid, la pandemia…

“All’inizio ci sono state grosse difficoltà. Ora penso che con la vaccinazione si sta rispondendo molto bene perché tante persone che diventano positive, alla fine non sono in ospedale. Quindi pochi giorni ed il problema viene risolto a casa. E’ chiaro che si sta verificando questo problema dei tamponi. Io qualche sera fa mi sono sentito con il direttore D’amore e ho evidenziato il problema, ma lui già era a conoscenza perché questo problema dei ritardi si sta verificando a livello nazionale, ho chiesto un po’ di rinforzi sull’isola proprio per cercare di evitare questi problemi. Mi auguro che nelle prossime settimane (anche se lui, non so in base a quali dati o calcoli, prevedeva un picco nelle prossime 2-3 settimane) si possa invertire di nuovo la tendenza e quindi rallenti un po’ il contagio, perché si sta facendo un po’ troppa pressione, ma non per quanto riguarda gli ospedali ma per quanto riguarda la richiesta dei tamponi che è un po’ troppa”.

L’augurio che Dionigi Gaudioso fa all’isola e a Barano per questo 2022?

“L’augurio è che possa finire al più presto questa pandemia perché veramente sta creando problemi nei ragazzi, indecisione sulle aperture delle scuole. Io voglio la scuola in presenza assolutamente. Avendo anche io due figli, conosco i problemi dei bambini: davanti a un computer o un tablet non è la stessa cosa del rapporto diretto col professore o col maestro o la maestra. Quindi mi auguro che finisca al più presto e che possa continuare la scuola. Inoltre mi auguro che possa partire una grande estate turistica per l’Isola, non solo coi Campani perché non abbiamo bisogno solo dei Campani, ma a noi occorrono anche i turisti dall’estero e quindi spero che si possa riprendere questa tendenza.”

1 commento

  1. In quanto cittadina di Barano mi auguro fortemente che dopo i lavori sul ponte di Buonopane, nn verranno ripristinati gli autobus più grandi, e lasceranno quelli che sono in funzione ora. Finalmente sono abbastanza puntuali e soprattutto, cosa nn da poco, nn si blocca più il traffico nei vari punti critichi, dove le strade sono più strette e ci sono auto parcheggiate laddove nn dovrebbero!! Inoltre vorrei suggerire al sindaco di pensare ad una soluzione per il “problema parcheggio” nella piazza di Barano. Già di per sé non è un Comune che offre chissà cosa, se poi c’è il problema di trovare un posto l’auto, è un Paese completamente “morto”!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

«Tira» l’abuso e FLASH. Forio, un comune da super eroi

Quando si dice che l’Italia è un paese che ad agosto va in ferie e che è l’unico nel...