Di Gennaro confermato a capo della Medicina del “Rizzoli”

0

Ida Trofa | Rizzoli, conferma per Di Gennaro ai vertici della “Medicina“. Nonostante tutto L’ASL NA 2 nord premia la professionalità e l’operato del Dottor Ciro Di Gennaro. No state i morti e la massima gestione del Covid 19 i direttore Generale Antonio D’Amore conferma il dottor di Gennaro a Capo del reparto di medicina del PO Anna Rizzoli. Di Gennaro classificatosi secondo nella graduatoria curricolare staccato di oltre un punto e mezzo dal Dottor di Micco Pierpaolo nella procedura di valutazione ASL è stato in ogni caso individuato con destinatario della nomina che lo vedrà primario per i prossimi cinque anni. Ogni commento appare superfluo. Intelligenti Pauca. Come diceva Totò: E’ la somma che fa il totale.

E a salvare Di Gennaro dal sorpasso è stato il commuovo delle valutazioni dopo l’orale. Si Sda come vanno queste cose insomma. Ma leggiamo insieme il provvedimento aziendale e la relativa investitura che fa seguito all’avviso pubblico emanato ormai nel gennaio 2019: “Considerato che le regole che disciplinano la presente procedura prevedono l’individuazione di una terna di candidati idonei, all’interno della quale è attribuito il potere discrezionale di scelta in Capo al direttore generale Antonio D’Amore. Atteso che la graduatoria stilata da quell’organismo tecnico è rispecchiante i reali valori attribuiti a ciascun concorrente- si legge nel provvedimento del Dottor D’Amore- è da ritenersi recepita da questa Direzione che, per l’effetto, opera la scelta a favore del dott. Di Gennaro Ciro, primo in graduatoria“.

Cosi sentiti i pareri favorevoli del Direttore Amministrativo e del Direttore Sanitario Antonio D’Amore prende atto delle risultanze dell’Avviso e si prodiga per il conferimento dell’ incarico quinquennale di Dirigente Medico per il posto di Direttore di Struttura Complessa di Medicina Interna del Presidio Ospedaliero di Ischia. L’immissione in servizio, sarà effettuata con altra deliberazione, dopo che sono stati osservati a cura della U.0.C. Gestione Risorse Umane, gli adempimenti di legge. Prosegue dunque la deriva e l’andazzo poco confortante della sanità Ischitana. Senza prospettive, senza una luce oltre la politicizzazione del nosocomio di via Fundera e non solo.

Il caso. Di Gennaro non è Capuano
Gadme | Il disastro di Villa Mercede e la pessima gestione del covid ad Ischia non hanno nessun significato: il dottore che non doveva parlare, ora è stato scelto anche dalla seconda posizione. In questo caso, il direttore generale dell’ASL, Antonio D’Amore non ha concesso il bis come quando scelse la dottoressa Bianco al posto del direttore Capuano. Questa volta il direttore ha scelto il secondo in graduatoria. Questa volta, il direttore non ha ritenuto valido il lavoro della commission e ha scelto un candidato meno qualificato. Non staremo qui a raccontare dei cittadini abbandonati durante la pandemia o delle mazzate sfiorate in corsia. La storia vi racconta nel modo migliore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui