Di Bello: «Dobbiamo ricreare entusiasmo». Scotti: «Mettiamo da parte i risentimenti»

0

 

Parola al Re Ferdinando anche per l’amministratore Vicky Di Bello.«Il nostro obiettivo principale è la salvezza diretta, di certo l’esperienza dei play-out la sconsiglio a tutti». Anche per l’ex amministratore unico si deve parlare di un nuovo corso: «Dobbiamo fare finta che inizi un nuovo percorso. Dobbiamo ricreare entusiasmo: abbiamo fatto questo passo importante per dare futuro a questa società perché ci sono tutti i tempi per sensibilizzare l’isola e portare a conoscenza l’imprenditoria locale che siamo ancora qui a metterci la faccia, l’impegno, per passione, per amore». Uno sguardo già al futuro: «Dobbiamo assumerci responsabilità, dobbiamo avere le idee chiare già a partire dall’8 maggio, quando finirà il campionato».

LEONARDO SASSO. Tra i promotori del ritorno in pianta stabile dell’Ischia sull’isola c’è Leonardo Sasso, ieri seduto al fianco del presidente Rapullino: «Sono felice che ci sia questa giornata. Si era detto che riportare l’Ischia a Ischia era un’impresa quasi impossibile, e Rapullino ha tenuto agli impegni. Per quanto noi tifosi, spetta anche a noi tenere fede alle promesse. Ora arrivano tre mesi decisivi, dovremo essere uniti per difendere il titolo e la categoria: la squadra esce rinforzata dal mercato, noi dobbiamo fare il nostro dovere, essere presenti, uniti». Poi un appunto: «Il territorio deve essere più coinvolto nelle scelte. Ma adesso cerchiamo di remare tutti insieme».

ENRICO SCOTTI. Prende la parola anche Enrico Scotti, storico dirigente gialloblu e tra i promotori del ritorno della squadra a Ischia: «La carriera di Di Costanzo è una garanzia. Salvezza deve passare dal buon senso, ma ci sono ancora rigurgiti di quello che è stata Ischia negli ultimi anni». È il momento di voltare pagina: «Ora è come se fosse il mese di giugno. Siamo tornati alla normalità, vi dobbiamo supportare, mettere da parte i risentimenti per la salvezza dell’Ischia»

ALDO SILVANO E FILIPPO ARGANO. Il primo degli interventi brevi è del secondo allenatore gialloblu, Silvano: «Abbiamo spostato il progetto di salvare l’Ischia, sposato quest’isola. Una persona a me cara come Nello “Carosello” Migliaccio, lui mi diceva che l’isola è un’altra cosa, che volevano fare un calcio diverso. Uniamo le forze». Parola anche al preparatore atletico Filippo Argano: «Tireremo fuori la squadra da una posizione che non merita», questa la sua breve affermazione.

ARMENO, FLORIO E GOMES. A suonare la carica è il capitano gialloblu Gennaro Armeno: «Da domani in poi, saremo tutti guerrieri che difendono questa maglia». Significative anche le parole di Filippo Florio: «Dobbiamo raggiungere salvezza. Io non retrocedo con la mia isola». Prime dichiarazioni, infine, per l’attaccante Alberto Gomes: «Gruppo fantastico che mi ha accolto bene. Dobbiamo lavorare per salvare la categoria».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui