Destinazione Ischia: arriva Tourists 4 Future, il social tour alla scoperta dell’Italia che rinasce

0

Elena Mazzella | Dalla Sicilia a Bergamo, passando per Ischia. Tutto pronto per la partenza del social tour alla scoperta delle realtà italiane sostenibili. Cinque gli amici, componenti del team di Tourists 4 Future, che partiranno i primi di luglio per la traversata d’Italia che durerà tre mesi, dalla Sicilia a Bergamo. La nostra isola, tra le tappe previste per il giro d’Italia in Campania, svelerà la sua selvaggia bellezza dal 17 al 20 luglio che contribuiremo a raccontarvi attraverso le nostre piattaforme social, insieme alla social community Alluring Ischia, in qualità di media partner dell’evento.

Nobile è l’obiettivo posto nel progetto: rilanciare il turismo ambientale, sostenibile e responsabile

Princìpi con i quali nasce il viaggio ideato in tempi di pandemia da esploratori, guide ambientali, naturalisti, antropologi, navigatori e fotografi che partirà i primi di luglio per la traversata d’Italia.

Viaggeranno a piedi, in treno, in bici, in barca, dal sud Italia, passando per Ischia dove racconteranno in diretta sul web per ben tre giorni le nostre meraviglie nascoste, fino a Bergamo, la destinazione finale. Tourists 4 Future è un viaggio che vuole lanciare un messaggio di solidarietà e sostenibilità, che vuole raccontare un’Italia autentica, che esce da un periodo di sofferenza più forte di prima anche grazie al turismo ambientale, sostenibile e responsabile.

In tre mesi il team attraverserà parchi naturali, visiterà borghi, paesini, agriturismi, scoprirà tradizioni, luoghi e persone. L’obiettivo è dare voce ai piccoli operatori del turismo italiano, dalle strutture turistiche alle guide e alle associazioni locali, che hanno vissuto un lungo periodo di crisi. Gli operatori del turismo ambientale e sostenibile saranno i primi beneficiari del progetto.

Un progetto nato dal basso durante il lockdown per valorizzare il turismo sostenibile in Italia e portare sorrisi e speranza, trasformando un momento di crisi in un’opportunità.

Il referente ambientale ad Ischia, sarà la guida ambientale Marianna Polverino, da sempre impegnata nel rilancio del turismo sostenibile della nostra isola:

“Tourists 4 Future è un’idea che nasce da un gruppo di miei colleghi Guide Ambientali, provenienti da diverse parti d’Italia finalizzato alla promozione del turismo sostenibile”, ci racconta Marianna illustrandoci il progetto.

“Quando mi hanno proposto di partecipare, nella veste di Guida Ambientale Ischitana, non ero ancora consapevole di quello a cui sarei andata incontro, fino a quando ho iniziato a vedere le reazioni delle realtà che erano state coinvolte in tutta Italia, il senso di ospitalità è stato dilagante. Mi sono subito detta… anche Ischia deve fare la sua parte, un’isola da sempre famosa per la sua ospitalità. Ciò che differenzia questo progetto da tanti altri già sentiti in ambito di lanci promozionali a livello turistico è la sua mission: promuovere le realtà di turismo sostenibile. Qui molti storceranno il naso e magari ci sarà anche qualche critica, si è vero, non ci sono realtà al 100% sostenibili ad Ischia come in diverse aree turistiche in Italia. Ma appunto questa vuole essere una sorta di provocazione/esortazione sia verso quelle realtà che si stanno già adoperando per mettersi in regola a farlo sapere a tutti, sia a quelle che invece non ci hanno ancora mai pensato… beh, è ora di farlo.

Da quando ho iniziato a diffondere la voce che cercavo persone da coinvolgere nel progetto sono stati in molti a farsi avanti ma purtroppo non tutti erano idonei poiché la scelta ricadrà su quelle imprese virtuose (strutture ricettive, ristoranti, bistrò, cantine, aziende agricole) che abbiano una particolare attenzione al rispetto dell’ambiente e alla sostenibilità della struttura stessa, dai materiali usati al prodotto finale servito, dalla mobilità sostenibile all’energia verde. Non sarà facile, manca poco al loro arrivo (17-20 luglio). Ma sono sicura che la sostenibilità non sia un concetto così sconosciuto ad Ischia. Forse molti lo sono già ma non lo comunicano nel modo giusto, quando invece potrebbe essere un modo per attirare un segmento di clientela attento a queste tematiche. Ecco la vostra occasione!”.

Un percorso, quello ischitano, studiato nei minimi dettagli. All’ arrivo sull’isola, dopo un piccolo benvenuto sul porto il gruppo si dirigerà al borgo di Ischia Ponte con visita al Castello Aragonese nel cuore del borgo con una sosta da Garden Fruit, tipico angolino ischitano che offre specialità gastronomiche del posto con l’utilizzo di materiale compostabile e riciclabile. La notte trascorrerà all’insegna della natura, nelle tende sospese di Adventure Park, immerso nella Pineta di Fiaiano.

La seconda giornata inizierà in uno degli orti più belli dell’isola la Tenuta del Cannavale Ischia Bio per poi proseguire per un meraviglioso trekking che attraverserà l’isola da est a ovest passando per il Monte Epomeo. Durante il sentiero incontreremo il pastore Nino (Corbaro Park) impegnato, con le sue caprette, nell’attività di pascolo e produzione casearia sull’isola. Al termine di questa lunga escursione si arriverà ai Giardini Ravino, paradiso delle piante grasse. Con noi ci sarà un turista molto speciale, Giovanni che con la sua carrozzina elettrica ci aiuterà a trasmettere il messaggio che turismo sostenibile non è solo attenzione all’ambiente ma anche all’accessibilità delle attrattive. Infine immersione nel paese di Forio con sosta e pernottamento presso Spadara Bistrò.

Il penultimo giorno, dopo la mattinata di relax al mare al lido Mala, vi sarà, nel pomeriggio, una visita alle Cantine Pietratorcia e breve passeggiata al geosito della Baia Pelara dall’apicoltore Alessandro, con la sua piccola azienda miele d’oro. Serata di relax alla baia di Sorgeto nelle pozze d’acqua calda. Pernotto all’ hotel Providence in collaborazione con l’associazione I love Ischia. Lunedì 20 luglio, prima della partenza, si visiterà il borgo di Sant’Angelo con passeggiata fino alla spiaggia delle Fumarole, speciale per la presenza di sabbia calda a 100°.

Cerchiamo ora di capire nel dettaglio il progetto dalla voce diretta dei componenti:

“Tourists 4 Future è un progetto mediatico perché basato sullo storytelling attraverso i social media di questo viaggio in giro per l’Italia da Palermo a Bergamo. Saremo in cinque ad intraprendere questo viaggio partendo, i primi di luglio, dalla Sicilia. Oltre che amici siamo responsabili del settore del turismo sostenibile e con questa iniziativa ci poniamo una doppia missione: la promozione del turismo ambientale e naturalistico e il racconto dell’Italia in questa fase particolare post pandemia che ha messo in ginocchio la nostra economia, in particolare il turismo.

Sarà un viaggio di 3 mesi (dalla Sicilia a Bergamo) per raccontare l’Italia post-covid attraverso il turismo ambientale e sostenibile.

Prima dell’emergenza Covid19 lavoravamo all’estero, accompagnando gli italiani alla scoperta del mondo. Oggi rappresentiamo a tutti gli effetti quella fetta di popolazione che ha perso il lavoro a causa della pandemia. Disoccupati a lungo termine, perché si parla della riapertura delle frontiere extra-Europee a primavera 2021”.

Il team di viaggio, che si è letteralmente reinventato in questo progetto, è composto da guide ambientali che per lavoro accompagnano turisti italiani alla scoperta del mondo. Valentina Miozzo (travel blogger e consulente per il turismo sostenibile), Mauro Cappelletti e Cristiano Pignatoro (guide ambientali escursionistiche), Stefania Gentili (fotografa, naturalista e guida ambientale), Francesco Quero (musicista e navigatore) questa volta non viaggeranno per lavoro, ma per pura passione e amore per il territorio:

“Non siamo un’associazione, siamo un gruppo di amici. Abbiamo investito i nostri fondi personali per lanciare il progetto, dalla creazione del sito web alla promozione sui social media. Durante la traversata d’Italia ci appoggeremo alle piccole realtà locali, dando voce a luoghi, persone, piccoli operatori turistici, attraverso lo storytelling quotidiano sui social media. Comunicheremo in maniera informale, da viaggiatori a viaggiatori.

Ogni operatore turistico è libero di scegliere tra il pagamento in loco del servizio o di aderire come partner di progetto, con un riscontro concreto in visibilità attraverso la rete mediatica di Tourists for Future.

Per affrontare le spese di viaggio abbiamo aperto un crowdfunding dove chiunque può donare anche una piccola cifra. L’importo servirà anche per compensare le emissioni di Co2 per i pochi spostamenti che faremo in traghetto e in furgoncino (Sardegna)”.

Tutto il viaggio sarà raccontato giorno per giorno sui social media ufficiali, con l’obiettivo di coinvolgere gli italiani a scoprire nuove mete, affrontando anche le dinamiche sociali e i problemi relativi al viaggio in questo periodo con tante limitazioni ed incognite. La tappa ischitana, in cui saranno le bellezze naturalistiche e paesaggistiche della nostra isola a mettersi in mostra, avrà il supporto della social community Alluring Ischia e della nostra testata Il Dispari per il racconto in diretta attraverso le piattaforme social.

Tourists 4 Future è a tutti gli effetti un progetto mediatico senza scopo di lucro che vuole raccontare l’Italia post Covid-19, attraverso lo storytelling informale sui social media con il patrocinio dell’ass. Europea delle Vie Francigene e dell’aitr, Ass. Italiana Turismo Responsabile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui