fbpx

Demolizioni, Ischia accende mutui per quasi mezzo milione di euro

429.476,01 per demolire 5 abusi. Il più costo quello di Paolo Baiocco

Must Read

La Procura non ne vuole sapere, le RESA si devono completare e il comune di Ischia, in ossequio alla normativa in vigore, ha provveduto ad accendere 5 muti per altrettanti demolizioni al fine di proseguire al  successivo abbattimento delle opere realizzate senza titolo

38.120,27 servono per il manufatto in Ischia alla Via Michele Mazzella in capo a Villa Carlo e Villa Massimo.

Sempre a via Michele Mazzella, questa volta per l’abuso di Messina Giovan Giuseppe, servono € 73.786,02.

Mutuo quasi raddoppiato per demolire il manufatto abusivo di Via Arenella di Napoleone Cristina. Per questa demolizione servono, infatti, € 134.770,14;

Questa assurda e triste classifica la vince Paolo Baiocco con l’abuso realizzato in Via F. Variopinto. Il comune di Ischia, in questo caso, ha richiesto alla Cassa DD.PP. il finanziamento quale anticipazione delle spese per procedere alla demolizione del predetto immobile per un importo di € 161.373,11.

Solo € 16.444,47, infine, per la demolizione del manufatto abusivo, sito in Ischia alla via Nuova Cartaromana di Mazzella Clemente o Clementina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

«Tira» l’abuso e FLASH. Forio, un comune da super eroi

Quando si dice che l’Italia è un paese che ad agosto va in ferie e che è l’unico nel...