domenica, Giugno 20, 2021

Demanio a Casamicciola Terme: pagati i canoni del 2021. E il SID continua a parlare pugliese

In primo piano

Ida Trofa | La questione relativa alla proroga delle concessioni demaniale, ai bandi e alle procedure è, da mesi, un rompicapo quasi irrisolvibile per i comuni costieri. Le conseguenze ovviamente non si sono fatte attendere neppure nella ridente Casamicciola Terme dove, in particolare sul fronte mare, è in corso un braccio di ferro tesissimo tra l’Ente Locale e l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che ha più volte censurato le procedure casamicciolese e il primo atto di indirizzo per la proroga delle concessioni demaniali fino al 31 dicembre 2033.

Come è noto il tema è ormai annoso, a partire dalla cosiddetta direttiva Bolkestein nel 2006 fino al decreto legislativo 59 del 2010 che stabiliscono l’esecuzione di gare ad evidenza pubblica per l’attribuzione delle concessioni stesse. Negli ultimi anni la matassa è diventata sempre più intricata, tra proroghe legislative ed espedienti per superare le direttive europee, contrastate dalla giurisprudenza amministrativa, che sembra orientata prevalentemente verso la dichiarazione di illegittimità delle proroghe decise dai Comuni fino al 2033. La Commissione europea ha inoltre aperto una procedura d’infrazione a carico dell’Italia per la violazione della direttiva Bolkestein. In questo biennio 2020/2021 si è infine inserito il COVID-19 con le procedure Regionali della Campania che dispone proroghe per emergenza sanitaria.
In questo panorama a dir poco caotico, il Comune Termale ha inteso comunque andare avanti e dare priorità agli imprenditori del sole e del mare.

La linea SID parla pugliese
Pertanto, nella medesima ottica è stato disposto, tra l’altro, il conferimento dell’incarico per servizio di aggiornamento del Sistema Informativo Demanio Marittimo (S.I.D) e altro per la durata di sei mesi.
Le attività di gestione del Sistema Informativo del Demanio (S.I.D.) consistono nella acquisizione, nel controllo e nella trasmissione al Centro Operativo Nazionale (C.O.N.) del Dipartimento per i Trasporti Aereo, Marittimo, per gli Affari generali, il Personale ed i Servizi Informativi – Direzione Generale dei Porti – Divisione IV° del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti delle pratiche di competenza del Demanio Marittimo gestito dal Comune di Casamicciola Terme.
In questa direzione, scrive il capo dell’UTC Mimmo Baldino “si è ritenuto opportuno in relazione a tali attività di avvalersi di personale specializzato di comprovata esperienza, che garantisca: Servizio di aggiornamento del Sistema Informativo Demanio Marittimo (S.I.D); Servizio di Consulenza sulla applicazione delle nuove norme riguardanti l’aggiornamento nel SID delle informazioni sui pagamenti dei canoni e relativa procedura di stampa dei modelli per il versamento dei canoni con Mod. F24 elide estratto direttamente dal SID; servizio di consulenza per il corretto aggiornamento della dividente demaniale; Servizio di consulenza per le corrette procedure su eventuali accatastamenti di opere sul Demanio Marittimo; Supportare il personale deputato al rilascio degli atti concessori mediante un servizio di help- Desk.o via posta elettronica”.

Ovviamente nell’ambito dell’amministrazione non sono presenti risorse umane che, allo stato, possano rendere le su indicate prestazioni professionali qualificate. Di fatto già in passato il servizio era stato esternalizzato. Si tratta dunque di una conferma. Una conferma anche nella scelta delle professionalità. L’incarico va ancora, alla TECNOSID SOLUTIONS di Piangivino Giancarlo di Noci, provincia di Bari, per la somma complessiva di € 1.015.00.

Canoni 2021: Euro 23.435,91 nelle more dell’approvazione del bilancio pluriennale 2021-2023
Sempre nell’intento di riaprire il fronte demaniale affidandolo ai privati, il comune ha versato i canoni demaniali per l’anno 2021 relativi alle concessioni di cui sopra, al fine di scongiurare il conseguente mancato introito per l’Erario e blocco delle attività e dei servizi forniti. Stando alle schede di calcolo, dalle quali risultano determinati i canoni demaniali e le addizionali Regionali e le relative svalutazioni, da versare per le summenzionate C.D.M. per l’anno 2021, sulla base delle tariffe vigenti nell’anno 2021, la somma complessiva di Euro 23.435,91.
La previsione nelle more dell’approvazione del bilancio pluriennale 2021-2023, al fine di scongiurare il conseguente mancato introito per l’Erario e blocco delle attività e dei servizi forniti. Nel bilancio corrente è previsto apposito stanziamento di spesa con una capienza attuale di € 11.387,16. Pertanto, nelle more dell’approvazione del bilancio pluriennale 2021-2023, al fine di scongiurare il conseguente mancato introito per l’Erario e blocco delle attività e dei servizi forniti, occorre trovare immediata copertura di spesa per la restante parte (€ 12.048,75) individuando un capitolo capiente.

Una ricerca che, si legge agli atti, è nelle competenza della Segretaria Comunale.
La suddetta Segretaria con la dottoressa Anna Li Pizzi ha fornito, per le vie brevi, la sua autorizzazione ad impegnare la somma occorrente. Pertanto viene. Impegnata per le concessioni demaniali, in attesa dell’approvazione del redigendo bilancio di previsione la somma complessiva di Euro 23.435,91 a copertura dei canoni, relativi alle C.D.M di Casamicciola Terme.
Un altro passo, in attesa della ufficialità, per l’affidamento ai privati e l’avvio della stagione balneare. Demanio: to be continued…

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

DESIDERIO MUSTAKI’. Francesco Mattera: «Mi corteggiano come se fossi una diciottenne, ma non ho ancora deciso con chi schierarmi»

La campagna elettorale di Serrara Fontana. Il popolare tifoso della Ferrari contesto dal gruppo di Rosario Caruso e dal quello di Cesare Mattera
- Advertisement -