Del giornalismo diceva Tiziano Terzani: “è un mestiere”

0

Antimo Puca | Del giornalismo diceva Tiziano Terzani:” è un mestiere. Ma non come tanti. Non è una cosa che fai andando a lavorare alle 9 del mattino e uscendone alle 5 del pomeriggio. È un atteggiamento verso la vita. Che muove dalla CURIOSITÀ e finisce col diventare SERVIZIO PUBBLICO. È MISSIONE.

Non è un semplice mestiere. Non un modo di guadagnarsi da vivere. Ma qualcosa di più. Che ha una GRANDE DIGNITÀ e una GRANDE BELLEZZA. Perché è consacrato alla RICERCA DELLA VERITÀ. Ecco il suo VALORE MORALE. Avvertibile nel MODO DI RACCONTARE. Nel PRESENTARE I FATTI..”..

Nasce da qui la mia delusione, il mio risentimento, la mia tristezza dinanzi alla percezione che molti” giornalisti”, avvalendosi di questo “titolo” (?) si aggirano in aule e stanze importanti, per catturare chiacchiericcio, voci di corridoio e mal dicenze e renderli pubblici come certezze approfittando della cotanta ignoranza che ci circonda, approfittando della semplicità delle genti che, proprio in quanto semplici, sono pronti, disposti ed aperti a credere ad ogni ciò che viene pubblicato da “giornalisti”, che aguzzini si portano nelle”cucine importanti”per raccogliere “les centraglie”, (ossia le interiora degli animali e dei rimasugli di banchetti sontuosi) e pubblicizzarli come notizie certe perché indiscutibilmente noti su territorio locale, che però si riduce ad una semplice provincia.

C’è poco da fare, come asserisce un noto proverbio”in terra di ignoranti il mediocre eccelle”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui