lunedì, Marzo 8, 2021

Coronavirus, Zampa “Impossibile tornare a lockdown nazionale”

In primo piano

Il saltino. Paura delle dimissioni: Gianluca Trani passa in maggioranza come Antonio e Antonello. Da semplice consigliere comunale

Gaetano Di Meglio | Termina la crisi politica di marzo del comune di Ischia. Gianluca Trani passa da “Ischia...

La “messa” in sicurezza è finita, aprite in pace la “Parrocchia” di Casamicciola

Il comune preme sulla Curia per restituire al culto il sacro luogo. L’occasione è data dalle imminenti festività pasquali. Castagna tuona:“Non posso esimermi dall’informarVi che nulla osta all’utilizzo dell’immobile, pertanto a partire dal 15 marzo 2021 sarà cura del comune assicurare l’apertura della Basilica tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 13 esclusi il sabato e la domenica, salvo ulteriori disposizioni“

Enzo Ferrandino: “Non ci interessa una operazione zeppa”

Il sindaco azzera i malumori dei suoi e liquida l’apertura di Ottorino Mattera: “apriamo alle forze responsabili”. Una buona “valutazione” per Gianluca?
ROMA (ITALPRESS) – “In questo momento dobbiamo immaginare di dover convivere con questo virus molti mesi ancora. Questo ci serve a comprendere come sia impossibile tornare a un lockdown generalizzato e nazionale. Noi possiamo agire adesso con una strategia del tutto diversa, perchè la situazione è del tutto diversa rispetto a marzo”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, in un’intervista a InBlu Radio. “Si sta facendo – ha spiegato Zampa – un’enorme quantità di tamponi: siamo passati da 25 mila tamponi a 170-180 mila al giorno e arriveremo oltre i 200 mila. In questo momento mi risultano acquistati 10 milioni di tamponi tra il bando che ha chiuso il Veneto che era capofila per varie Regioni e i 5 milioni di tamponi acquistati dal commissario Arcuri. In queste ore stiamo poi definendo l’accordo con i medici di base e ci sarà la liberalizzazione nelle farmacie. Sono certa – ha concluso Zampa – che la scuola si riesce a tenerla aperta. Anche lì serve uno sforzo. I giovani delle superiori ad esempio non si capisce perchè non possano entrare a turni magari nel pomeriggio o nella tarda mattinata per evitare che sui trasporti salgano tutti insieme”.
(ITALPRESS).


- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Riflessione sul Venerdì Santo, il grido di dolore de “I Ragazzi dei Misteri”

Con chiarezza e frasi dirette "I Ragazzi dei Misteri" illustrano la situazione in cui vive l'associazione e le prospettive...
- Advertisement -