Coronavirus: 800 grammi di forza e coraggio nati prematuri

0

Ida Trofa | E’ lui! Andrea il primo nato ai tempi del Coronavirus che tiene in allerta il mondo e l’Ospedale Anna Rizzoli di Lacco Ameno. 800 grammi di forza, coraggio e tenacia venuti al mondo prematuri. Un modo difficile, che sin da subito non gli hanno risparmiato insidie e ostacoli. Ma Andrea vuole essere di questa partita e ha lottato e lotterà per farcela. Non si è fatto attendere, ed è nato ieri al Rizzoli.

In piena emergenza COVID-19. Alle prime luci dell’alba l’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno ha eseguito un parto spontaneo d’urgenza per un neonato estremamente pretermine del peso di circa 800 gr. Il piccolo ha trovato ad attenderlo un team di medici e infermieri che, nonostante il momento di grande emergenza sanitaria che stiamo vivendo, ha assistito nel migliore dei modi possibili questo piccolo guerriero. Nello specifico, dopo il parto coordinato dai due ginecologi (Dott. Sant’Agata e Lubrano Lobianco), dall’ostetrica (Patrizia Cifone), il piccolo è stato assistito dal pediatra (Dott.ssa Imma Perrotta), l’anestesista (Dott. Giovanni Del Franco e Maria Galano) e le infermiere pediatriche (Mammalella, Lacetto e Gaudioso), i quali hanno fatto tutto il possibile per rianimare e poi trasferire in sicurezza il neonato presso la terapia intensiva neonatale del Cardarelli. Ora non ci resta che sperare che il nostro guerriero riesca a vincere le molteplici battaglie che lo attenderanno nelle prossime settimane. Un piccolo grande miracolo,la magia oltre ogni ostacolo che si compie nel reparto guidato dal Primario Luigi Stradella.

E’ a grandezza della speranza e dell’amore. E non si tratta solo delle traversie che ha dovuto affrontare venendo al mondo, quanto della grandezza di un sentimento, della forza che ha reso possibile questa nuova vita oltre gli imprevisti, oltre il nemico invisibile di un virus che ci minaccia, oltre le remore della medicina. E’ qualcosa di molto più grande e tremendo di un virus è qualcosa che Andrea ed i suoi hanno saputo affrontare e sconfiggere. Buona vita piccolo!

E che sia ogni giorno più meraviglioso e grande… Si svela in ciò il misterioso incanto di un’unione già solidale e salda ancor prima d’ogni conoscenza diretta, ci accorgiamo che la bellezza di quell’idillio sta proprio nel misto di ansia e di pace che, inevitabilmente, la nascita di un bambino determino più che mai a farcela in questa grande e impegnativa avventura chiamata vita. Un evento, una grande testimonianza di capacità e competenze che ha visto il reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale Anna Rizzoli testimonial della buona sanità. In tempi di Coronavirus, in sanità non c’è solo l’epidemia, ma qualcosa di ancora più forte e che da speranza. Dal Rizzoli ancora una volta, la prova che tutto il personale è pronto a gestire le emergenze con competenza e professionalità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui