fbpx

Coppa Italia. Isidoro Di Meglio: «Il Barano ha bisogno di rinforzi»

Must Read

Simone Vicidomini | Il primo appuntamento stagionale del Barano finisce con una sconfitta per 3-0 allo stadio “Mazzella”. Indubbiamente la differenza di preparazione tra la due squadre si è vista, soprattutto nella seconda frazione di gioco. Per gli aquilotti una sconfitta con un risultato abbastanza ampio che poteva maturare già nel primo tempo viste le occasioni dei gialloblù.

Il tecnico bianconero Isidoro Di Meglio al termine della partita è apparso sereno e concentrato per continuare a lavorare insieme alla sua squadra in vista non solo dell’impegno di mercoledì contro il Real Forio (Coppa Italia) ma dell’esordio in campionato di sabato al “Di Iorio” contro la Maddalonese. «Abbiamo avuto difficoltà sotto tutti i punti di vista: fisici, caratteriali e tattici. Non siamo mai riusciti a renderci pericolosi. Sapevo che la partenza sarebbe stata in salita, adesso abbiamo necessità di completare la rosa».

Quali sono i reparti più carenti da rinforzare, anche perché in questa prima ufficiale c’era una panchina completamente imbottita di giovani? «C’è la necessità di rinforzare tutti i reparti, deve arrivare qualcuno che numericamente ci permetta di poter fare qualche sostituzione – ribatte Di Meglio –. Spero che arrivi presto in modo da poter iniziare a lavorare per poter offrire delle prestazioni un po’ più organizzate».
Cosa le ha garantito la società in merito, cioè ci sono le garanzie e le intenzioni di completare l’organico? «Abbiamo parlato con la società e mi hanno detto che già da martedì dovrebbe arrivare qualcuno per infoltire la rosa».


Da domani inizia una settimana impegnativa per il Barano, visto che mercoledì si ritorna in campo contro il Real Forio e sabato c’è l’esordio casalingo contro la Maddalonese. «Non è il miglior modo per iniziare anche perché in questo momento siamo contati. Rosi ha dovuto lasciare il campo per infortunio, da questo punto di vista piove sul bagnato. Contro il Real Forio spazio ai giovani? Assolutamente sì, la Coppa Italia non è il nostro obiettivo, è la salvezza il traguardo da raggiungere. Non mi fascio la testa per questo – ribadisce l’allenatore bianconero –. Quando ho preso il Barano sapevo alle difficoltà in cui andavo incontro, per cui piano piano cercheremo di sistemarci e di incominciare a fare qualche partita migliore».

Che impressione ti ha destato l’Ischia? «Un’ottima impressione se devo dire la verità. Ho visto una squadra già bene in palla che sapeva cosa voleva».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Nucleo di Valutazione a Ischia, da Pasquale a Pasquale

E per il comune di Ischia inizia il dopo Pasquale Saurino nel nucleo di valutazione nel segno di Pasquale....