fbpx

Coppa Italia. Iervolino: «Ottima prova: tre gol senza rischiare»

DOPO GARA | IERVOLINO È SODDISFATTO E COMMENTA LA NOVITÀ CIBELLI A CENTROCAMPO

Must Read

Al 91’ di Ischia-Barano, Angelo Iervolino commenta la partita ma anche l’emozione provata per l’esordio in una partita ufficiale sulla panchina gialloblù. «E’ ovvio che l’emozione fosse inevitabile, tutte le persone vorrebbero stare qui al mio posto, quindi era logico avere un pizzico di emozione che poi è andata via dopo il fischio d’inizio. La partita è andata come ci aspettavamo, con il Barano che avrebbe agito di rimessa. E’ stata preparata grosso modo in questo modo – spiega il tecnico gialloblù –. Nel secondo tempo l’intensità è calata, ci siamo abbassati come metri e così il Barano ha preso un po’ di coraggio. Tuttavia non credo di aver subito tiri nello specchio della porta. Da questo punto di vista è andata bene. I cambi effettuati dal 15’-20’ della ripresa ci hanno aiutato un po’ a centrocampo perché con vari assenti che avevamo sulla catena centrale abbiamo dovuto inventare qualcosa in settimana. Nel complesso si è fatto bene».

Oltre a rivedere Ugo Invernini in attacco, c’è stata la novità di Giò Cibelli a centrocampo e l’ingresso di Anthony Di Meglio che ha bagnato l’esordio con un gol. «Secondo me tutti gli under hanno disputato un’ottima prova, compreso il 2004 Arcamone che comunque era fermo da quasi due anni causa Covid e si è trovato catapultato all’improvviso in una squadra di Eccellenza da titolare. Anthony lo conosciamo, era con me a Lacco Ameno l’anno scorso, sappiamo le sue caratteristiche. Tutti hanno bisogno di fiducia e di pazienza, devono saper aspettare il proprio turno. Quando c’è la possibilità non sarà un problema farli giocare ma loro devono farsi trovare pronti. E’ questa la chiave per avere successo e fare bene nell’Ischia e nella propria vita calcistica. Cibelli? In settimana lo abbiamo provato a centrocampo – spiega Iervolino – abbiamo pensato a delle cose insieme. Non possiamo mettere in dubbio le sue doti tecniche. E’ un ragazzo dai piedi buoni che ci ha aiutato nelle fasi di uscita quando eravamo troppo bassi, svolgendo bene il suo compito. Cibelli può interpretare vari ruoli, può darci una mano».

Domenica inizia il campionato, si va in casa del Nuova Napoli Nord che ieri mattina ha vinto per 2-0 in casa del Neapolis. «Inizio difficile? Il calendario non si può prevedere, l’avvio difficile lo prendiamo come motivazione. O prima o dopo dobbiamo incontrarle, ci saranno maggiori motivazioni nel fronteggiare squadre che sulla carta hanno tanti nomi, sperando di recuperare i calciatori che erano fuori oggi».

Sui tempi di recupero di Angelo Arcamone, che potrebbe ritornare in campo tra non meno di due mesi, Iervolino appare moderatamente fiducioso. «I tempi di recupero secondo le ultime notizie si sono accorciati. Dopo il consulto a Villa Stewart, Arcamone deve sottoporsi a terapie e potremo averlo in allenamento tra trenta/quaranta giorni».
G.S.

LUBRANO BACCHETTA SAURINO
Dopo un lungo silenzio, dettato anche dalle vicende societarie e organizzative che per un periodo, come riportato a più riprese, non rispecchiavano in pieno lo spirito di una società al livello dell’Ischia, è ritornato a parlare il d.s. Mario Lubrano, il quale ha sottolineato che si comincia a intravedere il lavoro di Iervolino e che si va avanti puntando sulla crescita dei giovani e del gruppo in generale. Non è mancata una stoccata a Gianluca Saurino: il d.s. ha smentito l’attaccante («L’ultimo contatto del d.g. Taglialatela risale al 1 settembre»). Sul giornale di domani riporteremo l’intervista integrale del d.s. gialloblù.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Nucleo di Valutazione a Ischia, da Pasquale a Pasquale

E per il comune di Ischia inizia il dopo Pasquale Saurino nel nucleo di valutazione nel segno di Pasquale....