fbpx

Com’è triste quel San Paolo… |#4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 17 maggio 2022

Must Read

…ma più che altro, com’è triste De Laurentiis! Arrivare al punto di diffondere dagli altoparlanti dello stadio bordate di fischi registrati per coprire i cori contro di lui è roba da regimi d’altri tempi. Mi viene in mente quel breve soggiorno all’Avana, laddove la madre superiora del convento/bed and breakfast dove alloggiai mi confidò la presenza di una spia sempre diversa del governo castrista cubano ad ogni messa per accertarsi che le parole dell’omelia non avessero alcunché di sovversivo.

Ha scritto bene Arturo Minervini su “TuttoNapoli.net”: il malcontento dei tifosi del Napoli c’è tutto, sia nei confronti della società che dell’allenatore e della squadra e non è certo cancellabile né con i fischi fake né con qualche intervista postuma di Spalletti e AdL non priva di parziali quanto inaccettabili ammissioni di colpa. Perché, specialmente per queste ultime, l’esperienza le associa alle classiche lacrime da coccodrillo, salvo riproporsi in futuro il solito errore di fare un sol boccone tra le proprie fauci di una preda (la squadra e i suoi proventi) mai utilizzati più di tanto per creare chance concrete di crescita e successo oltre gli obiettivi aziendali tanto cari alla proprietà.

Si è persa l’occasione di vincere anche con anticipo un campionato di livello bassissimo, dove la capolista chiuderà la stagione tra ottantaquattro e ottantasei punti, la quota salvezza si è abbassata a trentatré e quella della qualificazione in Champions a sessantacinque. Ma è solo l’ennesima occasione persa, tra un motivo e l’altro, pur sempre col denominatore comune dell’insufficienza di risorse impiegate per provare a vincere sul serio: ormai un marchio di fabbrica di questo Napoli.

Domenica alle 12.30 assisteremo, salvo un’irresistibile giornata da mare in barca, ad un’inutile gara contro lo Spezia fuori pericolo già dalla vittoria contro l’Udinese. Poi si chiuderanno i battenti dell’ennesima stagione. E anche stavolta, in casa Napoli nulla è cambiato! Nulla.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Dionigi Gaudioso: «Dobbiamo impegnarci per non deludere i cittadini»

Seconda sindacatura per Dionigi Gaudioso. Ma l’attenzione non è solo sul futuro di Barano. Inevitabilmente il discorso si sposta...