Come si investe sul petrolio? Ecco come si fa trading con questa materia prima

Vale la pena al giorno d’oggi investire nel petrolio? Scoprilo leggendo questo articolo che spiega nei minimi dettagli in cosa consiste il lavoro di un trader che investe in petrolio.

0

Un trader di petrolio acquista e vende barili di petrolio per conto di una società energetica, un’impresa di investimento o un’altra entità commerciale. Oltre all’acquisto di petrolio, i trader acquistano anche contratti futures che consentono loro di acquistare quantità di petrolio a un prezzo specifico in una determinata data futura.

In genere,   i trader che investono in petrolio ricevono uno stipendio base, ma molti trader ricevono la maggior parte del loro compenso sotto forma di commissione. Per reperire maggiori informazioni relative alle tasse su questa materia prima, ti invitiamo a leggere un articolo sulla tassazione di Plus500.

  In questo articolo scoprirai tutti i segreti e i motivi per i quali molti trader, dilettanti ed esperti, prediligono Plus 500 e soprattutto capirai un aspetto molto importante collegato al trading, e che non tutti conoscono, cioè quello legato alle tasse.

La maggior parte delle persone impiegate come trader che investono in petrolio ha una laurea in finanza o affari.

 Alcune società energetiche reclutano attivamente studenti delle principali università per lavorare come trader, mentre altre persone iniziano a fare trading e a investire in petrolio dopo aver acquisito esperienza di trading come agenti di borsa o agenti di vendita di investimenti.

I trader che acquistano e vendono materie prime di petrolio attraverso borse di materie prime devono spesso ottenere licenze di titoli da autorità di regolamentazione nazionali o regionali. Le società di investimento impiegano operatori che possono scambiare petrolio e altri tipi di materie prime come gas, oro e argento. Questi trader normalmente sono autorizzati a vendere tutti i tipi di titoli negoziabili, comprese azioni, obbligazioni e materie prime.

Che cosa fa di preciso un trader che investe in petrolio?

Un trader che investe in petrolio impiegato da un produttore di energia deve negoziare contratti di vendita con fornitori di servizi pubblici, aziende manifatturiere, società di investimento e altre entità che acquistano quantità di petrolio greggio.

I livelli di produzione di petrolio variano nel corso del tempo, il che significa che i trader devono aumentare o diminuire i prezzi in modo che i profitti aziendali rimangano relativamente stabili nonostante lo squilibrio tra domanda e offerta.

Alcuni trader concordano contratti di vendita a lungo termine con governi e imprese nazionali. I trader devono fare previsioni sui movimenti futuri dei prezzi del petrolio quando stipulano accordi a lungo termine per garantire che la società trarrà vantaggio dal contratto a lungo termine.

Le società di servizi e le raffinerie impiegano trader che investono in petrolio e che devono concordare contratti di acquisto con produttori di petrolio e contratti di vendita con altri clienti. Un trader di petrolio impiegato da un’impresa di servizi pubblici o una raffineria deve generare un profitto per l’impresa acquistando petrolio a prezzi bassi e vendendoli ad altre entità a un prezzo più alto.

I trader devono inoltre provvedere affinché le quantità di olio immagazzinate in luoghi idonei. In alcune occasioni, un trader che investe in  petrolio potrebbe dover vendere quantità di petrolio a prezzi inferiori ai prezzi di mercato per eliminare le scorte in eccesso se l’impresa non dispone dello spazio di stoccaggio per mantenere gli attuali livelli di inventario.

Le società di investimento impiegano commercianti di petrolio incaricati di generare profitti dalle transazioni petrolifere. Poiché le imprese di investimento non hanno strutture di stoccaggio per il petrolio, i trader devono acquistare e vendere petrolio in un breve lasso di tempo in modo che l’impresa di investimento non si impossessi mai fisicamente della merce.

Molti trader impiegati da società di investimento preferiscono vendere contratti futures piuttosto che barili di petrolio in modo da ridurre la probabilità di dover vendere petrolio a prezzo scontato per poter effettuare una vendita rapida. Gli speculatori sono venditori di investimenti che tentano di aumentare il prezzo del petrolio per generare profitti rapidi. 

I commercianti acquistano grandi quantità di petrolio a prezzi bassi per creare uno squilibrio tra domanda e offerta e questo fa aumentare i prezzi del petrolio e i profitti delle imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui