Come organizzare un matrimonio senza stress

0

L’organizzazione di un matrimonio può essere fonte di divertimento e di enorme soddisfazione per i futuri sposi, ma anche di stress. Di certo, nel momento in cui ci si accinge a preparare ogni dettaglio del giorno delle proprie nozze ci si addentra in un periodo molto intenso, se non altro perché caratterizzato da un gran numero di impegni a cui badare: si pensi, per esempio, alla lista degli invitati, che non è mai quella definitiva ma viene rivista in più occasioni, alla ricerca di un equilibrio perfetto che non si trova mai. E, ancora, occorre pensare al trucco della sposa, a scegliere le bomboniere, a trovare e ordinare i segnaposto, e così via.

Perché i dettagli sono così importanti

Visti da fuori, tutti questi particolari potrebbero sembrare poco importanti o senza significato, e appare difficile da comprendere perché una coppia debba arrovellarsi su tanti aspetti per un evento di poche ore. A ben vedere, però, quando si afferma che quello delle nozze è il giorno più importante della vita di una persona non ci si sta abbandonando a un semplice modo di dire, ma si sta dichiarando il vero. La cerimonia e il ricevimento di matrimonio, pertanto, devono riflettere il più possibile la personalità e il modo di essere della coppia, i cui gusti devono essere rispettati e rispecchiati in modo fedele. Ma allora come ci si deve preparare per evitare di farsi sommergere dallo stress?

Nessun aspetto può essere sottovalutato

Non importa che gli invitati al matrimonio siano 20 o 500, perché quello che conta è non trascurare alcun particolare. La prima domanda da porsi riguarda la stagione dell’anno in cui ci si vuol sposare, perché così si può definire una data precisa. Dalla risposta che ci si dà si può capire se il matrimonio sarà organizzato all’aperto o se, invece, si svolgerà al chiuso: la scelta dell’abito da sposa varierà anche in base a questi aspetti. Ancora, d’accordo con il proprio partner è indispensabile valutare se si preferisce una cerimonia raccolta e tutto sommato intima o se, invece, non si ha la minima intenzione di rinunciare a nozze in grande stile, magari senza badare a spese.

Un elenco delle idee migliori

Una volta che si ha la sensazione di essersi imbattuti in un’idea interessante, conviene fermarsi e trascriverla da qualche parte prima che scappi via. Dopo aver effettuato una prima selezione tra le opzioni che meritano di essere prese in considerazione e quelle da scartare, è consigliabile tenere sempre a portata di mano un blog notes in cui appuntare tutte le intuizioni e tutti gli spunti che potrebbero essere utili da quel momento in poi. Che si tratti di un’idea sulle scarpe da indossare, su un piatto particolare che si desidera nel menù o su una composizione floreale da posizionare in chiesa, è meglio non correre il rischio di scordarsi una suggestione preziosa.

Le partecipazioni in formato digitale

Una partecipazione come quella di Magic Moment permette di spedire agli invitati un messaggio originale e tecnologico. Grazie a queste partecipazioni matrimonio originali, infatti, le persone che ricevono l’invito non devono fare altro che provvedere al download sul proprio smartphone dell’app di Magic Moment, che si può scaricare sia su iPhone che sui telefoni dotati di sistema operativo Android. Quindi è sufficiente inquadrare la partecipazione con la fotocamera, così da poter visualizzare un filmato tramite la realtà aumentata. Terminata la visualizzazione, si può confermare la propria partecipazione, o eventualmente rinviare la risposta se si è ancora indecisi o se si ha bisogno di altro tempo.

Lo stile del matrimonio

Una delle prime decisioni che è necessario prendere per l’organizzazione delle nozze ha a che fare con la scelta dello stile: meglio il classico o il pop? La tradizione o la modernità? Quale che sia la scelta, è importante mantenere una certa coerenza, in modo da creare una sorta di fil rouge che unisca le bomboniere e gli inviti, i piatti e i tavoli, e così via. Chi ama la semplicità e l’originalità, per esempio, potrebbe optare per delle bomboniere fai da te e magari sostituire al tradizionale pranzo un picnic in una fattoria. A questo punto occorre anche capire se si predilige una cerimonia formale o informale. Non ha senso organizzare delle nozze da etichetta se non si è tipi da rigide classificazioni e se si ama vivere fuori dagli schemi.

I colori del matrimonio

Infine, l’ultimo – ma non per questo meno importante – aspetto su cui ci si deve concentrare è quello che riguarda i colori: anche in questo caso, il suggerimento è quello di mantenere una linea comune, a partire dalle partecipazioni per arrivare agli allestimenti. Gli accostamenti eccessivi o troppo audaci non sempre sono una soluzione indicata, e inoltre è auspicabile limitarsi a un massimo di tre colori, meglio se comprensivi di toni pastello.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui