fbpx
HomeprimopianoCiclone Mennella: “Giù le mani dalle pratiche dei cittadini! Posate le password”....

Ciclone Mennella: “Giù le mani dalle pratiche dei cittadini! Posate le password”. Stop a lavoro nero sul comune di Casamicciola Terme

Gli ex sismici, si aggirano come personale “a nero” negli uffici del Comune. In presenza e in remoto, hanno le credenziali ma non la titolarità. Basta fare i giochetti con le pratiche dei cittadini di Casamicciola. Chi li controlla? Chi paga se sbagliano?Chi li autorizza a fare i “mast ‘e fest”?

Ida Trofa | Lavoro sommerso e sfruttamento dei lavoratori anche nel pubblico impiego e in particolare al comune di Casamicciola Terme? Un tentativo estremo di preservare la casta e le pratiche amministrative che interessando il potere? La risposta è una: stop ai portoghesi del municipio funzionali al sistema! Un sistema ritenuto marcio e pericoloso. E’ questa la sintesi di un dettagliato esposto, quasi un’inchiesta, in merito agli effetti prodotti dal mancato riconoscimento degli “assunti sismici” da parte del Governo in favore dei comuni del Cratere di Ischia per il sisma del 2017.
Effetti deleteri: da 4 mesi le stanze del municipio sono abitate e praticate dagli ex lavoratori del terremoto i cui contratti di lavoro sono scaduti lo scorso 31 dicembre 2020. In altre parole, lavoratori che operano in presenza e persino in remoto con password e accessi che non dovrebbero avere e credenziali che non dovrebbero essere in possesso di soggetti non autorizzati. Un modo per favorire talune personalità, mortificare altre categorie e negare l’accesso al pubblico impiego a tutti, indistintamente in un panorama di libera concorrenza senza favoritismi ed opportunismi di sorta.

Norme stracciate, leggi disattese e pratiche che non farebbero che favorire atti non dovuti. Puntuale il richiamo anche alle incaute “somme urgenze” bloccate in Emergenza e pagate in Ricostruzione. Sarebbero l’emblema di un quadro a tinte fosche.
Schilardi, ha nella sua struttura commissariale uomini, mezzi e risorse per occuparsi della pratica sisma di Ischia. Il documento di denuncia è a firma di Luigi Mennella. Una rasoiata che il consigliere di opposizione ha lanciato ai vertici dell’ente e che, da giorni, tormenta e alimenta i dibattiti nel paese terremotato.

Stop al lavoro nero. Giù le mani dalle pratiche dei cittadini di Casamicciola Terme
Il leader dell’opposizione tuona contro i furbetti dell’Ufficio. In una diffida al Commissario Straordinario per la Ricostruzione Dott. Carlo Schilardi, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Comune di Casamicciola Terme nelle persone del Segretario Generale dott.ssa Anna Li Pizzi e al Responsabile dell’UTC ing. Michele Maria Baldino e, non poteva mancare, anche all’ANAC, Autorità Nazionale Anticorruzione e Trasparenza.
Mennella chiede l’«Eliminazione delle gravi problematiche, sia passate che presenti, relative ai 12 assunti cosiddetti sismici il cui contratto è scaduto il 31dicembre 2020».
L’ex primo cittadino esponente di “Casamicciola Sicura” snocciola i temi di una questione alquanto scivolosa per tutti perché “non è più tollerabile questo andazzo e soprattutto non è tollerabile che si consenta il libero acceso ai documenti e sensibili ed alle pratiche dei cittadini: Giù le mani dalle pratiche dei cittadini”

Schilardi ha uomini e mezzi per occuparsi del terremoto senza favorire i portoghesi del municipio
Per il consigliere Luigi Mennella “c’è una chiara volontà politica a tenere soggiogata la popolazione con il tema delle pratiche, di ogni genere e non solo edilizio, con il pretesto della carenza di organico e l’uso fuori luogo di persone e ex lavoratori del sisma. Nonostante la struttura commissariale potrebbe dire basta ai cosiddetti “portoghesi” impegnando il solo personale del commissariato che è già pagato per questo. Dove sono gli uffici del terremoto all’Isola d’Ischia? Quelli che noi, anche attraverso queste pagine chiediamo sin dall’insediamento del commissario per la ricostruzione!”
Anche per questo il consigliere ed ex sindaco diffida e mette in mora tutti i responsabili e gli organismi tecnici e politici, affinché provvedano con immediatezza, a far sì che nessuno, senza rivestire incarichi ufficiali metta mano agli atti pubblici e stazioni negli uffici comunali.
Mennella, tra l’altro, ha già provveduto a richiedere l’intervento dell’autorità giudiziaria per l’acquisizione dell’intera documentazione e l’individuazione dei soggetti responsabili di eventuali reati perpetrati. Con separato atto, lo stesso consigliere ha chiesto altresì al Commissario Carlo Schilardi, di essere relazionato sui costi della struttura commissariale e le somme che gravano sul bilancio della Ricostruzione di Ischia.
“Schilardi ha le competenze e la struttura, oltre che le risorse per occuparsi della Ricostruzione in tutti suoi aspetti” ha detto l’architetto spiegando nel dettaglio la ratio delle sue richieste.

“Le mie considerazioni vanno altresì inquadrate, tra l’altro, considerando che l’esiguo numero dei dipendenti utilizzati, oggi, presso l’ufficio tecnico del Comune di Casamicciola Terme e il mancato rinnovo delle dodici unità finanziate per circa ventiquattro mesi dalla stessa struttura commissariale fa sì che si registri la anomala presenza “sine titulo”, sia presso gli uffici che da remoto, ancora oggi, degli stessi dipendenti “sismici”, il cui contratto è definitivamente scaduto il 31.12.202”“.

Un fatto gravissimo che impone la massima serietà nella sua trattazione: “La presenza di tali 12 dipendenti “sismici”, ancora oggi, dopo più di tre mesi dalla scadenza dei relativi contratti di assunzione, sia in presenza, con il possesso delle chiavi degli uffici, sia con l’accesso on-line ai data-base del Comune di Casamicciola Terme, viola, tra l’altro la normativa sulle assunzioni al lavoro, in special modo nella pubblica amministrazione; la normativa sulla sicurezza sul lavoro nei vari immobili in cui essi lavorano quotidianamente; la normativa sugli obblighi di pagamento degli oneri previdenziali ( INPS ); la normativa antinfortunistica (INAIL );le normative igienico-sanitarie; la normativa per l’accesso ai dati personali ed alle pratiche dei cittadini; la normativa sulla trasparenza e l’anticorruzione nazionale e dell’Ente stesso”.
Ovviamente questo, oltre ad una svariata decina di norme e codici in materia di lavoro e pubblico impiego.

E’ una questione di giustizia: ripristinate la legalità
“Si rende quindi necessario un intervento immediato per il ripristino della legalità, calpestata, ancora una volta dal Sindaco Giovan Battista Castagna e dal Responsabile dell’U.T.C. Ing. Michele Maria Baldino, che ha tentato di giustificare la presenza, a dir poco abusiva, negli uffici pubblici, degli assunti sismici, con un presunto, elefantiaco, passaggio di consegne che ormai dura da più di tre mesi, creando continue confusioni, sia nei rapporti tra ex assunti ed il Comune, sia con gli ignari cittadini, continuamente presi in giro, da un rapporto con ex dipendenti, ad oggi abusivi e delegittimati. E’ da precisare, comunque, che i dodici assunti, cosiddetti sismici, nel settanta (70)% dei casi, non hanno mai svolto le funzioni delegate previste dalle normative che hanno permesso tali assunzioni, funzioni che, tra l’altro, non sono mai state controllate né da codesta stessa Struttura Commissariale, né dalla Segreteria Generale del Comune”.

Visto quanto evidenziato in merito a tali ex dipendenti del Comune di Casamicciola Terme, il Commissario Schilardi, la struttura e il Segretario del Comune la Dott.ssa Li Pizzi (anche responsabile della Trasparenza ed Anticorruzione) sia per ottenere una maggiore contezza della problematica verificatasi per ben 24 mesi negli uffici del Comune di Casamicciola Terme, sia per una propria tutela su eventuali responsabilità di grave danno erariale, per il consigliere hanno il dovere di: “Acquisire i decreti di nomina illegali ed illegittimi sottoscritti dal Sindaco Castagna, in cui i cosiddetti “assunti sismici” sono stati nominati, tra l’altro, Vice Segretario Generale, Responsabile dell’Area II Servizi Finanziari e Risorse Umane, Responsabile dell’Area IV Servizi Demografici, Responsabile dell’Area I Servizi Generali ed Attività Produttive, Responsabile Ufficio Tributi, Responsabile dell’U.T.C., anche con il consequenziale pagamento di indennità di posizione (tali nomine, comunque, non hanno avuto mai nessun nesso con la loro assunzione per lo specifico evento sismico del 2017); provvedere alla rituale verifica di detta documentazione, ed ai successivi provvedimenti previsti dalle normative vigenti; controllare l’assegnazione di incarichi professionali, di notevole importanza, commissionati a membri/soci di Studi Tecnici di Ingegneria ed Architettura, di cui spesso, sia ufficialmente, sia ufficiosamente, fanno parte alcuni dei 12 professionisti assunti per l’evento sismico del 21.08.2017 che, sia per deontologia professionale, ma principalmente per le leggi vigenti in materia, mai applicate a Casamicciola Terme, avrebbero dovuto astenersi, sia dal partecipare, sia dall’accettare gli incarichi stessi dalla pubblica amministrazione, per lavori pubblici; controllare, inoltre, come sia stato possibile che, tecnici laureati, già incaricati dall’U.T.C. di Casamicciola Terme per alcune somme urgenze “illegali”, relative sempre all’evento sismico del 21.08.2017, ed i cui onorari sono stati liquidati in parte, siano stati assunti tra i 12 professionisti sismici, passando, di fatto, da controllati a controllori di loro stessi e del lavoro dagli stessi effettuato; verificare se la presenza di alcuni degli ex assunti sismici sia, di fatto, uno scambio tra “lavoro in nero” presso il Comune di Casamicciola Terme e l’affidamento di incarichi professionali a soci e/o collaboratori di studi tecnici a cui fanno capo; monitorare e censurare, inoltre, i responsabili, detentori dell’autorità di firma degli affidamenti degli incarichi che, forse per superficialità, non hanno effettuato le verifiche obbligatorie previste, adottando i provvedimenti di rito”.

Quelle incaute somme urgenze alimentano il gioco sporco: “Il Commissario per l’Emergenza Grimaldi, giustamente, non aveva ritenuto finanziabili tali spese”
Passaggio obbligato per Mennella anche sulle incaute Somme Urgenze: “Circa le somme urgenze con i relativi, strani, incarichi professionali, di cui il sottoscritto chiede verifica, è importante precisare che il Commissario per l’Emergenza Arch. Giuseppe Grimaldi, giustamente, non aveva ritenuto finanziabili tali spese, anche in virtù, tra l’altro, della sua nota commissariale “volutamente” mai riscontrata dal Comune di Casamicciola Terme. Già dalla iniziale lettura della documentazione delle stesse somme urgenze, prive di quasi di tutti gli elementi previsti e fra l’altro della obbligatoria, essenziale specifica perizia esplicativa, e dei presupposti minimi di chiara individuazione, si evinca che le stesse siano da considerarsi del tutto illegittime ed illegali. I finanziamenti erogati da parte del Commissariato, per tali somme urgenze, anche in presenza della nota, di carattere generale, dell’Ufficio Vigilanza dei Lavori Pubblici dell’ANAC, tendente, forse, ad eliminare contenziosi giudiziari, ha, di fatto, accentuato il sistematico andazzo clientelare del nostro Comune, a cui difficilmente, in seguito, si potrà porre rimedio”.

Ripristinare la legalità contro le anomalie
Per Mennella, in fine, è necessario “eliminare l’anomalia di lavoro in nero presso un Ente Pubblico; eliminare l’utilizzo di dati sensibili da parte di estranei al Comune; eliminare gli anomali intrecci tra dipendenti pubblici e studi professionali che hanno ricevuto incarichi di notevole importanza; eliminare la problematica che i soggetti controllati per le opere finanziate dal Commissariato diventino controllori di sé stessi; utilizzare i dipendenti diretti ed indiretti della sola struttura commissariale; Tutti questi elementi permetterebbero di dimezzare la tempistica delle istruttorie delle pratiche, garantendo ai cittadini di Casamicciola Terme il rispetto dei loro diritti da tempo calpestati anche per l’inerzia, l’inettitudine, la vaghezza e l’arroganza dell’attuale amministrazione”.

Gli altri articoli
Related News
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui