martedì, Maggio 18, 2021

Chi nun tene curaggio… | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 23 aprile 2021

In primo piano

Il passaggio di proprietà del gruppo Calise sembra ormai più di una semplice diceria di paese. Le parti non si pronunciano, ma normalmente questo lascia presagire la seria fondatezza di una trattativa che, per quanto è dato sapere, volge ormai al termine.

Emiddio Calise è un uomo tutto d’un pezzo! E per essere arrivato ad una scelta del genere, insieme alle sue fedelissime sorelle, significa che la stanchezza fisica e mentale era diventata molto più insopportabile del dolore per eccellenza, quello che forse non avrebbero mai pensato di dover provare: privarsi del regno di una vita. Molto più di una casa. Un pezzo di sé.

Adesso, naturalmente, in tanti attendono l’ufficialità della notizia, ma altrettanti sperano ancora, in cuor loro e non solo, che l’operazione salti. Perché se fosse un “forestiero” a comprare, sarebbe il benvenuto a prescindere dalla sua integrità; ma nel caso di specie, trattandosi di un coraggioso compaesano, varrebbe il solito sentimento del “nemo propheta in patria”.

Nessuno si è pronunciato (a parte me) rispetto al vuoto istituzionale che ha caratterizzato questa vicenda dalla chiusura autunnale ad oggi, allorquando sarebbe stata auspicabile almeno una parvenza di interessamento da parte dell’amministrazione comunale. Le uniche voci che hanno accompagnato la tristezza di vedere i “Calise” di Ischia e Casamicciola chiusi per così lungo tempo erano quelle dei soliti demagoghi, quelli che auguravano una pronta riapertura tessendo le lodi di un uomo che, nonostante tutto, resta uno degli ischitani più benvoluti. Un atteggiamento che contrasta in pieno con quanti (tanti), dopo aver saputo che ad essere in pole position come acquirenti ci fossero noti imprenditori ischitani, si sono lasciati andare ai soliti commenti qualunquisti, neppur minimamente rispettosi della realtà e, soprattutto, del coraggio necessario a provarci. Quello che, nei fatti, è mancato a tutti gli altri e che andrebbe lodato.

Ischia non cambierà mai. O no?

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Ultim’ora sul fronte abusivismo e demolizioni. Sospeso abbattimento a Napoli su ricorso dell’avvocato Bruno Molinaro

Quando l’ultimo filo di speranza era venuto meno e la disperazione aveva ormai preso il sopravvento, la Procura della...
- Advertisement -