Chi era Filippo Vinaccio: lavorava in un pub, ma sognava di fare il parrucchiere

    0

    Il profilo della vittima della tragedia di Ferragosto

     

    Il sogno di diventare un grande parrucchiere. Ma nel frattempo si guadagnava da vivere lavorando in un pub del Vomero, in via Kaufmann. Filippo, per tutti Pippo, non c’è più. Stroncato nel fiore degli anni, annegato nel mare della nostra isola. Si era trasferito a Marano da un anno, in via Castel Belvedere, periferia. Originario di Villaricca, viveva con la madre e la sorella, che oggi si è fiondata sull’isola d’Ischia, raggelata dalla notizia. Tutto vero, Ferragosto s’è portato via la giovane vita di un venticinquenne, di quel Filippo Vinaccio che si era diplomato alla scuola per estetisti e parrucchieri Spe Futura di Qualiano. Semplice, ben voluto da tutti, orfano di padre, avrebbe compiuto ventisei anni a dicembre. Sul suo profilo Facebook, i ricordi degli amici, affranti. A cominciare da Roberto: «Un ragazzo così semplice, pieno di amore e di gioia, un ragazzo che aveva fatto tanti sacrifici per diventare un grande parrucchiere. Resterai per sempre il mio migliore amico».
    Buoni sentimenti, spiccata sensibilità, Pippo aveva commentato proprio nei giorni scorsi un incidente al quale aveva assistito, a Pianura: «Andando a lavoro vedo un incidente tra un’auto e una moto. Una ragazza è a terra, cosciente, nessuno l’aiuta, nessuno si ferma. Resto choccato per l’indifferenza di tanta gente. Possibile che non esista un po’ di pietà?».

    p.r.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui