sabato, Maggio 15, 2021

Certificati Verdi ed estate Covid free, Enzo studia le strategie. Indagine di mercato per l’affidamento di un incarico gratuito

L’obiettivo è la redazione di uno studio di fattibilità tecnica, legale e strategica per individuare di soluzioni anche tecnologiche per il corretto adeguamento del Comune ai nuovi protocolli in particolare per gestire la pianificazione dei flussi e degli ingressi nel territorio e nelle spiagge

In primo piano

Enzo Ferrandino sta studiando una strategia da adottare per consentire la ripresa primaverile ed estiva nel rispetto delle norme anticontagio da Covid-19. Il Comune d’Ischia, in sostanza, si dovrebbe adeguare ai nuovi protocolli e in particolare ai “certificati verdi” che consentono gli spostamenti.

Per realizzare questo progetto l’Amministrazione ha deciso di affidare un incarico gratuito (e qui sta certamente la novità) a soggetto specializzato. Da individuare dopo la pubblicazione dell’avviso di manifestazione di interesse approvato con delibera di Giunta.

L’incarico concerne «lo studio di fattibilità tecnica, legale e strategica di soluzioni, anche tecnologiche per il corretto e puntuale adeguamento dell’ente ai nuovi protocolli adottati con riguardo alla gestione e prevenzione della diffusione del virus da Covid-19 ed alla pianificazione dei flussi e degli ingressi nel territorio e nelle spiagge».

Il fine sarebbe quella di vacanze Covid free. L’iniziativa si ricollega al decreto legge che ha prorogato lo stato di emergenza fino al 31 luglio, che ha istituito «le “certificazioni verdi Covid-19” che attestano, su richiesta dell’interessato: a) avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, al termine del prescritto ciclo; b) avvenuta guarigione da Covid-19, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2, disposta in ottemperanza ai criteri stabiliti con le circolari del Ministero della salute; c) effettuazione di test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus SARS-CoV-2». E qui si ricorda anche la proposta della Commissione Europea di un Certificato Verde Digitale che possa garantire la libera circolazione all’interno dell’Unione Europea.

La delibera ricorda che tra i compiti dell’Ente vi è anche quello dello sviluppo economico e delle attività produttive e che dunque «nell’attuale situazione di emergenza sanitaria e per la durata in vigore delle misure di contenimento, il Comune, in base alle vigenti normative, intende mettere a disposizione dei privati e delle Pubbliche Amministrazioni, che ne facciano richiesta, soluzioni tecnologiche e/o strumenti digitali utili per rendere effettive le misure adottate, oltre che a prevenire la possibile diffusione futura del contagio».

Dunque per garantire la salute di cittadini ed ospiti durante il periodo estivo, è stata varata l’indagine di mercato per la individuazione di operatori economici e/o professionisti per l’eventuale successivo affidamento gratuito dello studio di fattibilità tecnica, legale e strategica. Tra le soluzioni tecnologiche ipotizzate, è anche compresa «l’individuazione di scenari applicativi della tecnologia blockchain, al fine di individuare,tra le stesse soluzioni, quelle in grado di tutelare maggiormente la salute pubblica e la ripresa delle attività economiche, nonché di rendere noto, in ambito nazionale ed internazionale, il corretto e puntuale adeguamento dell’Ente ai nuovi protocolli…».

Un avviso che comunque non prefigura alcun impegno da parte del Comune ad attuare l’affidamento, che comunque non prevede, come detto, compensi, trattandosi di incarico gratuito.

Ovviamente una iniziativa piuttosto complessa e rivolta a particolari categorie di esperti. I successivi adempimenti sono stati demandati al rup ing. Gaetano Grasso, responsabile anche dei progetti strategici.

Una iniziativa in linea con quanto si intende attuare anche in altri settori, ma che al momento è ancora tutta da studiare, appunto, e realizzare, visti i complessi risvolti anche legali che comporta.

Certamente appare strano che Enzo Ferrandino pensi ad un incarico gratuito. I successivi passaggi chiariranno meglio la questione. Certamente bisogna fare presto ed infatti la delibera è immediatamente eseguibile. L’estate è ormai alle porte e già l’anno scorso si registrarono ritardi e confusioni sulle modalità di accesso alle spiagge. Vedremo come si andrà avanti questa volta.

- Advertisement -

1 commento

  1. A Procida è partita la vaccinazione di massa. Tutti i Procidani.
    Da qui partira’ la campagna di pubblicità di prima isola covid free.
    Procida si sta lanciando sul turismo di alto livello
    Qua a Ischia stanno ancora a selezionare gli accessi.
    Ischia si sta lanciando sul turismo dei bonus vacanze (casavatore,casapesenna pollenatrocchia etc)
    Sindaco,dimettiti!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Traffico. Da sabato al via le ZTL a Lacco Ameno

Il Comando di Polizia Municipale informa che da sabato 15 maggio p.v. conl’adozione dell’Ordinanza n° 5/2021 sarà riattivato il...
- Advertisement -