Centro Studi Isola d’Ischia, le attività

0

Il Centro Studi Isola d’Ischia (con acronimo CSII) è il più antico sodalizio culturale della nostra isola. Nato nel 1944 ad opera di un gruppo di studiosi locali, ebbe in un primo tempo un nome leggermente diverso: Centro di Studi su l’Isola d’Ischia. L’obiettivo era quello di “promuovere studi e ricerche sui tanti e singolari aspetti sia del suo (cioè dell’isola d’Ischia, ndr) territorio che delle vicende umane del suo vetusto passato, dei complessi e talora scottanti problemi del presente, delle prospettive infine che si sarebbero delineate alla cessazione del conflitto (seconda guerra mondiale, ndr) che per taluni indizi appariva ormai avviarsi all’epilogo fatale” (Cristofaro Mennella, in “Ricerche, contributi, memorie”, vol. I, p. 9). Insomma, interessarsi dell’isola, studiarla, contribuire a risolvere i suoi problemi e a migliorarla: questi i nobili scopi del CSII, la cui attività si è tradotta in Atti, pubblicati nel corso del tempo in 4 volumi e un supplemento, per circa 1800 pagine complessive. Vi è riassunta -si può tranquillamente dire- l’intera storia isolana, sotto tutti gli aspetti.
Tra i personaggi che hanno dato lustro al CSII vanno annoverati Mons. Onofrio Buonocore, i proff. Paolo e Giorgio Buchner, il can. Pasquale Polito, il prof. Cristofaro Mennella, per non dire d’altri.
Attualmente il Sodalizio è presieduto dal prof. Pasquale Balestriere. Il Consiglio di amministrazione (CdA) è composto da: prof.ssa Ernesta Mazzella (vicepresidente), dott.ssa Gina Menegazzi (segretaria), dott. Francesco Mattera, dott. Luigi Mazzella; il Collegio dei Revisori da: dott. Dario Rizzotto, dott.ssa Gilda Cortese, prof. Sebastiano Conte, prof. Agostino di Lustro.
Le porte del Centro Studi sono aperte a tutte le persone amanti della cultura e che -a qualsiasi titolo- abbiano a cuore le sorti dell’isola d’Ischia .

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui