fbpx

Cava, si richiude la spiaggia

Must Read

Ieri, nel pomeriggio un massiccio spiegamento di forze dell’ordine a Cava del’Isola. Pompieri e  Guardia Costiera, con un tecnico UTC hanno raggiunto la  spiaggia a seguito delle segnalazioni e degli esposti giunti alle autorità sullo stato di pericolo in cui versa l’arenile. La Guardia Costiera ha avvertito i bagnanti che non dovranno più accedere al lido da subito dichiarato inaccessibile. Sono stati effettuati sopralluoghi su tutto l’arenile. La spiaggia è ritenuta impraticabile a causa dei ferri e delle griglie installate lo scorso anno per isolare il tratto di costa franato ed attualmente esposte a seguito della erosione marina. L’arenile sarà nuovamente chiuso stante pertanto lo stato di pericolo. In giornata inizieranno le attività per chiudere l’arenile. Il comune, a meno di imminenti e puntuali operazioni di messa in sicurezza e rimozione dello stato di pericolo, dovrà inviare propri operai per provvedere alla installazione delle debite recinzioni e della cartellonistica informativa.
Già due giorni fa, l’UTC comunale aveva raggiunto Cava  per valutare le modalità di  rimozione dei ferri pericolosi e rimettere apposto i paletti. Ad eseguire tali lavori la medesima ditta che lo scorso anno ha recintato la zona.
Il consigliere Mario Savio, braccio destro di Del Deo, o F.F., ha assicurato che sarebbe stata messa in sicurezza la spiaggia: risistemati i ferri e rimosso il pericolo.
In ogni caso stante le omissioni,  la Capitaneria ha avvertito  bagnanti che sarebbero stati multati per l’accesso in zona vietata, questo  nel caso si trovassero ancora sulla spiaggia. La Capitaneria ha avvertito che sarà apposta apposita segnaletica.
Una vicenda che ha radici lontane dopo il disastro 2014 e cova nella lotta tra la maggioranza e la nuova opposizione, nell’inamovismo amministrativo e nel disinteresse del privato che creato il danno. Cova  nel torpore invernale quando tra rimpalli di competenze il privato imprenditore ha evitato di assolvere ai suoi doveri, rimuovendo gli accessi e le pertinenze abusive e mettendo in sicurezza la cosa.

Il 30 ottobre con le attività chiuse avrebbe cominciare i lavori al muraglione. L’amministrazione Del Deo lo ha sollecitato più volte ma nessuna azione in tal senso è stata attuata. Il comune ha cosi iniziato i lavoro in danno cozzando contro l’assenza solo  di fondi. Solo per i sondaggi servivano30mila euro, solo per capire che tipo di struttura potesse esser realizzata. All’atto dei sopralluoghi nessun sondaggio è stato eseguito a causa del costone sporco.
Il comune sollecita il privato al fine di ottenere la pulizia del tratto. Ennesimo tentativo fallito, ennesimo rimpallo, ennesimo ritardo che ha bloccato e cosi via via trascinandosi fino ad adesso.
Cosi Cava muore con essa l’imprenditoria e l’immagine di un’isola distrutta da una politica includente ed egoista, dagli speculatori senza scrupoli complici della malapolitica.
L’auspicio è che nelle prossime ore il comune con il Sindaco De Deo slavi la stagione turistica i Cava rimettendo in sicurezza le zone ritenute a rischio.

4 Commenti

  1. VERGOGNA….La spiaggia più bella di Forio chiusa. Un’amministrazione INUTILE alla collettività e UTILE solo a fare danni. Chi ha causato la frana (Noti albergatori amici degli amici) svolge ancora la propria attività nonostante le limitazioni imposte dal comune (mai rispettate) e a rimetterci sono sempre i cittadini. Ma cosa aspettano? che si vada sotto il comune con le torce e con i bastoni? Se è questo che vogliono, non devono fare altro che aspettare qualche mese. VERGOGNA

  2. Chissà chi è il difensore del “privato” (un nome non ce l’ha?) e se ha avuto o ha ancora ruoli di responsabilità in giunta… i giornalisti dovrebbero fare questo di mestiere…

  3. Certo Giuseppe…Il nome del primo difensore del privato è “Comune di Forio”. Non abbiamo più nessuna speranza, non ci resta che abbandonare quest’isola bellissima ma piena di politicanti di M@@@a

  4. Vergogna! ! Gli amministratori, nessuno escluso, non sono degni di definirsi cittadini FORIANI, non hanno occhi, non hanno olfatto per sentire il puzzo giù alla Lucciola. CHE benvenuto odoroso viene offerto agli ospiti e ai cittadini residenti. Cava, la spiaggia di tutti i giovani è nel ricordo di tutti gli innamorati di pgni età, ormai vive Solo nelle foto a ricordo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile
In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile