venerdì, Giugno 18, 2021

Caso Ucciero, il comune di Serrara si difende in “Civile”. Incarico da 15mila euro per l’avvocato

In primo piano

Il valore della causa deve essere molto alto perché viene pagato a peso d’oro l’incarico legale affidato dal Comune di Serrara Fontana all’avv. Gerardo Maria Cantore con studio in Napoli per difendere l’Ente in un doloroso e complesso contenzioso. Nei giudizi civili per i ricorsi promossi dalla mamma e dal fratello del piccolo Alessio Ucciero, il bimbo rimasto folgorato a Sant’Angelo nell’estate del 2007. Un lungo processo che dopo la parentesi penale, solo oggi, arriva nelle aule del Tribunale Civile. In “ossequio” a quella tutela della privacy che viene ormai applicata da tempo alle falde dell’Epomeo, i ricorrenti vengono indicati con le sole sigle B.C. e U.A.

Una vicenda tragica che scosse l’intera comunità isolana e che ebbe risonanza nazionale, che oggi per il Comune riveste un aspetto economico sicuramente complicato e sostanzioso. Il che evidentemente giustifica l’importo del compenso, pari a 15.000 euro oltre Iva e Cassa.
L’incarico è stato affidato dal responsabile del Servizio amministrativo in ossequio a una delibera del commissario prefettizio. L’avv. Cantore è presente nella short list di legali del Comune ed è esperto in diritto amministrativo e civile. Di qui l’incarico, che comprende anche una «opportuna analisi e valutazione in ordine ai presupposti tecnici della costituzione in giudizio».

Come detto il budget assegnato dalla delibera commissariale al responsabile del Servizio amministrativo ammonta ad oltre 15.000 euro. E al legale viene corrisposto anche un anticipo pari a 5.000 euro.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Traffico estivo, senso unico in via Tommaso Cigliano

Nuovo provvedimento di disciplina del traffico da parte del comandante della Polizia Municipale di Forio, stavolta per le aree...
- Advertisement -