Caso facebook, chiusa la pagina del comune di Ischia. E si riparte con l’errore

Il pericolo di passare dalle mani del cugino di Massimo Trofa, Gianni Mattera, ad Alex Cannava, uno dei tanti “amicodi” che piacciono tanto al sindaco, è molto alto… Scommettiamo che Enzo trova anche il modo di fare qualche affidamento diretto per gestire la pagina facebook?

0

Gaetano Di Meglio | Non c’è mai fine al peggio. Enzo Ferrandino ci sta abituando a tutto. Ultima “perla” amministrativa del sindaco di Ischia è la gestione del profilo facebook del Comune di Ischia.
Uno strumento utile per l’ente che, però, era una pagina di un privato cittadino, Gianni Mattera, che dopo essere stato minacciato dai politici in carica del comune di Ischia ha deciso di staccare la spina.

Il cugino del consigliere comunale Massimo Trofa, è stato chiarissimo: “Non sono un politico, in questo periodo ho espresso liberamente ed in maniera pacifica il mio punto di vista, portando avanti un solo principio che credo raro ai tempi dei social: l’autenticità. Ho espresso la mia opinione su diversi temi (a volte con un pizzico di satira) che a mio avviso vanno migliorati per il progresso di una società che vive un’isola meravigliosa.

Ultimamente ho ricevuto attacchi da personaggetti che ho scoperto essere al soldo di qualche politicante di turno che non ha neanche il coraggio di parlare a viso aperto, altri invece che ritenevo amici dopo aver detto solo la verità, fanno finta di non vedere.
A scopo gratuito da oltre 5 anni avevo messo a disposizione la pagina social del Comune di Ischia che vanta 10mila likes e la pagina Ischia con oltre 70 mila likes. Purtroppo dopo questi ultimi sviluppi mi trovo costretto a non mettere più a disposizione le mie intuizioni. Pertanto liberamente e senza nessun secondo fine sospendo la mia pagina con 10mila likes.”
E così, con un post social, Gianni Mattera ha spento la pagina facebook del comune di Ischia.
Assurdo a dir poco. Uno strumento comunicativo, fino ad ora ufficiale, che è era nelle disponibilità di un semplice cittadino e non, invece, ad un dirigente del comune di Ischia. Una cosa assurda!

Certo, tra i record di questo sindaco, c’è anche l’aver perso la pagina facebook. Non bastano i finanziamenti a cui Ischia non partecipa, non basta il declino a cui è destinato il nostro comune ora ci vuole anche la pagina facebook.
Ma la giostra sulla quale Enzo sta portando il comune di Ischia e i suoi cittadini non è finita. Anzi.
Dopo lo schiaffone dell’artista, dal comune di Ischia si passa al contrattacco. E così, nel pomeriggio di ieri, piovono inviti a cliccare “mi piace” su una nuova pagina. Questa volta la pagina si chiama “Comune d’Ischia”. Una cosa così brutta da leggere che fa accapponare la pelle. Il nostro è il comune di Ischia. Non “d’Ischia”.
Non riprenderemo la polemica del titolo onorifico “città” riconosciuto al nostro ente e ignorato dal nostro sindaco. Con lui, infatti, tra poco ci leveranno anche “comune” e ci daranno quello di “frazione”. Sì, di Barano.

La speranza è che il comune di Ischia inizi a gestire bene il suo profilo facebook, magari organizzi un ufficio URP come tutti gli enti seri del nostro paese e, cosa più importante, si possa conoscere anche chi è il responsabile di questo strumento.
Il pericolo di passare dalle mani del cugino di Massimo Trofa, Gianni Mattera, ad Alex Cannava, uno dei tanti “amicodi” che piacciono tanto al sindaco, è molto alto…
Scommettiamo che Enzo trova anche il modo di fare qualche affidamento diretto per gestire la pagina facebook?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui