Carlo, ma fai sul serio? | #4WD

4WARD today di Davide Conte di Mercoledì 11 Dicembre 2019

0

Un San Paolo semivuoto applaude il Napoli vincitore contro un Genk piccolo piccolo, lo stesso che all’andata fermò gli Azzurri sullo zero a zero impedendogli, di fatto, il raggiungimento del primo posto nel girone. Un paradosso, se vogliamo, dopo aver raccolto quattro punti su sei contro i campioni d’Europa del Liverpool; un buon risultato, se lo si rapporta al momento disastroso della squadra, solo povera ottava in campionato.

Un Ancelotti palesemente adombrato dalle voci più che insistenti che lo vorrebbero via da Napoli già oggi, ha ben pensato di regalare con gran faccia tosta un’ulteriore perla in conferenza stampa. Alla domanda “Si può essere in discussione dopo un 4-0 e la conquista degli ottavi?”, il tecnico emiliano ha risposto: “Sì, proprio per quanto fatto in Champions, il rendimento in campionato è stato deficitario“. Ergo, adesso la colpa dei soli ventuno punti in classifica e di una vittoria che manca da ben nove giornate va attribuita alle prestazioni di Champions League? Come dire che il Napoli di Ancelotti, nelle prime quattordici giornate di campionato, abbia subito trovato la squadra e l’assetto tattico base, mantenendoli inalterati e senza minimamente dar vita ad un turn over ragionato che sconvolgesse gli equilibri tecnico-tattici tra campionato e coppa. Ho capito bene?

Ecco, amici, l’ennesima offesa all’intelligenza dei tifosi del Napoli da parte di un uomo giunto ad un irreversibile capolinea professionale e che, dopo essersi dimostrato anch’egli uomo-azienda al servizio dei De Laurentiis, oggi non ha più nulla da dire e da dare né alla squadra né alla gente.

Che Ancelotti stia rischiando di pagare il suo compromesso con la società è innegabile. Proprio come il fatto che la squadra da lui definita “competitiva per lo scudetto” a inizio campionato, pur non essendolo affatto, abbia risentito -forse voltandogli le spalle prima del previsto- dei suoi assurdi esperimenti senza né capo né coda.

Adesso, per cortesia, sipario!

p.s. ho scritto questo pezzo alle 21.45 di ieri sera, dopo il 4-0 contro il Genk. Quasi due ore dopo, il Napoli annunciava l’esonero di Carlo Ancelotti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui