Caremar: la protesta continua!

0

c.s. | “Siamo persone responsabili, ma dietro l’ostinazione aziendale nel voler proseguire ad ogni costo verso una strada di volontà unilaterale imponendo una Organizzazione del lavoro che nega diritti di riposo, sicurezza e crea disoccupazione non possiamo essere d’accordo”.  Sono queste le dichiarazioni di Romano Almerico e Brancaccio Giovanni Segretari Regionali della UGL Trasporti e della FEDERMAR Cisal, i quali proseguono: “Aspichiamo in una apertura del dialogo condividendo un percorso che parli di cambiamento, altrimenti – concludono i sindacalisti – saremo costretti a dichiarare prossimamente, quando i tempi normativi ce lo concederanno, la continuazione della protesta con lo sciopero di 48 ore…..protesta che diventa sempre più difficile gestire.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui